La 'Liburna' romana di Fiumicino
La 'Liburna' romana di Fiumicino

Roma, 10 maggio 2021 – Via libera per la ripresa, prevista per mercoledì 12 maggio a Fiumicino, dei lavori del modello, a grandezza naturale, della nave romana da guerra ‘Liburna’, risalente al primo secolo dopo Cristo. La costruzione dell’imbarcazione, lunga 37 metri e larga sette, con due ordini di voga, era iniziata nel 2001 per volontà della famiglia di maestri d'ascia Carmosini, per poi essere interrotta anni fa per mancanza di fondi.

Avviata campagna di raccolta fondi per finanziare l’opera

Mercoledì alle 18, saranno presenti per l’inaugurazione al cantiere di via del Faro il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, la vicepresidente della Regione Lazio, Daniela Leodori, e la consigliera regionale del Partito Democratico Michela Califano.

Attraverso un progetto presentato dal Comitato Saifo, Assonautica e Fondazione Catalano, la Regione ha infatti riconosciuto dei fondi per riavviare la ricostruzione della ‘Liburna’, dopo che dei privati avevano finanziato il ripristino dei ponteggi, ormai deteriorati dal tempo. I fondi per il completamento dell’opera saranno invece raccolti attraverso la campagna di crowdfunding “Entra nella Storia”.

Comitato Saifo: “L’obiettivo è vederla esposta in un museo”

I fondi raccolti finora permetteranno a Oscar Carmosini di intervenire sull'opera per almeno due mesi. “La nostra speranza – commenta il Comitato Saifo –, anzi quasi certezza, è che prima dello scadere di questi due mesi, altri contributi arriveranno sia dalle Istituzioni che dai privati in modo che a fine giugno si possa continuare e dare sostanza al nostro obiettivo su cui stiamo lavorando”.

E cioè “vedere la nave posizionata in una destinazione museale, che per noi è accanto al museo delle navi romane in aeroporto, entro il 2022. L'appuntamento (di mercoledì, ndr) servirà a sensibilizzare l'intera collettività verso un'opera che rievocando il passato in modo rigoroso guarda al turismo del futuro”.