Europa League, disastro Roma. Fonseca: “Inesistenti nella ripresa”
Europa League, disastro Roma. Fonseca: “Inesistenti nella ripresa”

Roma, 30 aprile 2021 – Volti scuri e poca voglia di parlare tra i giallorossi dopo il tremendo 2-6 subìto in casa del Manchester United nella semifinale di andata di Europa League. Al ritorno, in programma all’Olimpico il 6 maggio, servirà una vittoria con almeno 4 gol di scarto, se non 5 qualora gli inglesi dovessero andare in rete più di due volte.

Paulo Fonseca: “Condizionati dagli infortuni”

L’allenatore della Roma, Paulo Fonseca, ha commentato ai microfoni di Sky Sport il risultato finale della partita: "Abbiamo disputato un bel primo tempo, nella ripresa non siamo esistiti. Siamo stati condizionati dai tre infortuni, poi Diawara e Smalling erano in difficoltà fisica. Comunque il black out è difficile da spiegare, siamo entrati senza aggressività, sbagliando molto. Quando loro hanno fatto il terzo gol, la forza mentale è venuta meno".

Fonseca si è poi definito il "principale responsabile di quello che è successo. Il mio futuro? Non è il momento di parlarne. Arrivare alle semifinali e fare questo primo tempo è stato comunque molto positivo, ma il secondo tempo è stato tutto sbagliato. Non è stato un problema tattico, lo si è visto nel primo tempo. Abbiamo perso giocatori importanti e non abbiano avuto la forza mentale per tenere il campo nella ripresa. Senza la possibilità di fare cambi, era molto difficile giocare con una squadra come il Manchester United".

Pellegrini: “Daremo tutto nella gara di ritorno”

“È difficile dire qualcosa in questo momento, parlare di quel che è successo. Posso dire solo che sicuramente daremo tutto nella gara di ritorno, finché l'arbitro non fischierà la fine. Sarà difficile recuperare, ma non siamo ancora fuori dall'Europa League. Le critiche ce le aspettiamo, noi e l'allenatore, e sono giustificate". Così il capitano della Roma, Lorenzo Pellegrini, a Sky Sport dopo la sconfitta a Manchester.

Il centrocampista Bryan Cristante ha aggiunto che "abbiamo sbagliato perché non possiamo buttare via tutto ciò che è stato fatto di buono, non c'è niente da salvare. Non siamo stati bravi a restare compatti. Dovevamo abbassarci di più e provare a mantenere il risultato, abbiamo provato a recuperare e a vincerla, ma abbiamo sbagliato".

Pogba: “Non è ancora finita”

Intervistato da BT Sports, Paul Pogba, centrocampista dello United, autore della quinta rete dei suoi con un colpo di testa, ha predicato comunque attenzione in vista del ritorno: "Il risultato è positivo per noi, ma non è ancora finita. Dobbiamo restare concentrati e giocare una bella gara anche al ritorno, con la stessa mentalità".

E ancora: "Nel primo tempo abbiamo concesso due gol su due errori. Nell'intervallo ci siamo detti di fare le cose per bene e di farle semplicemente. Il tecnico ci ha parlato. Eravamo molto motivati nel segnare più gol possibili".

Infine, una battuta sul rigore dell'1-1 da lui provocato: "Non dovevo entrare in tackle, devo allenarmi di più e imparare a fare i tackle senza le braccia alte", ha concluso.