Colosseo
Colosseo

Roma, 31 luglio 2021 - "Mettere in sicurezza l'area antistante il Colosseo è priorità per il Ministero della cultura". A sostenerlo è la sottosegretaria alla Cultura, Lucia Borgonzoni, al termine dell'incontro avvenuto in Prefettura nel corso del G20 Cultura. Un summit sulla sicurezza di uno dei luoghi simbolo della Capitale, organizzato dopo dopo la lettera sull'abusivismo e l'illegalità diffusa nella zona del parco archeologico del Colosseo inviata dalla viceministra al prefetto Matteo Piantedosi e alla sindaca Virginia Raggi. "Ringrazio il prefetto per avere accolto la mia richiesta e aver tenuto non solo un incontro interlocutorio ma operativo, mettendo l'argomento Colosseo come primo punto all'ordine del giorno del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica".

Nel corso dell'incontro, si è fatto il punto sulle criticità che interessano l'area esterna del Parco Archeologico: "quindi, la presenza di venditori abusivi, bagarinaggio e borseggio – spiega Lucia Borgonzoni –. La settimana prossima, il questore di Roma riunirà il tavolo tecnico per intensificare i controlli, il pattugliamento misto e l'applicazione dei mini Daspo per chi esercita la vendita abusiva di merci e il bagarinaggio di biglietti di accesso al Colosseo".

Per Borgonzoni, "agire in questo momento di non affollamento, ma di costante crescita di turisti, con energia e forza, in contrasto a questi storici fenomeni, aiuta a ridipingere la più bella cartolina del mondo, il Colosseo. Il Mic, il Parco Archeologico del Colosseo e le forze dell'ordine rafforzeranno sempre più la collaborazione e faranno del modello Colosseo il paradigma per tutto il territorio nazionale", assicura la sottosegretaria al ministero della Cultura.