Alimenti scaduti posti sotto sequestro
Alimenti scaduti posti sotto sequestro

Roma, 08 settembre 2021 - Salumi, latticini, insaccati, ma anche carne e pesce. Tutto non solo in cattivo stato di conservazione, ma anche scaduto da anni. I prodotti alimentari in questione, per 6 tonnellate, sono stati sequestrati dalla polizia e dai carabinieri di Roma e Latina nel corso di una serie di perquisizioni in sei supermercati ed un deposito.
Gli impianti di conservazione e stoccaggio, così come quelli di vendita - secondo quanto ricostruito dagli inquirentii - sono riconducibili a un imprenditore di 63 anni, L.C. indagato dalla procura di Tivoli per i reati di frode in commercio di sostanze alimentari nocive e in cattivo stato di conservazione.

Il sequestro frutto di un'indagine

I fatti risalgono a ieri quando, a conclusione di un'attività investigativa diretta e coordinata dalla Procura della Repubblica di Tivoli, personale del locale Commissariato di Polizia congiuntamente ai militari del Nas di Roma e con il supporto dei Carabinieri del locale Comando Provinciale hanno dato esecuzione a un decreto di perquisizione personale e locale presso un deposito e 6 supermercati affiliati a una nota catena alimentare, tutti riconducibili a L.C. di 63 anni. Nel corso delle perquisizioni, effettuate nel comprensorio di Tivoli, gli operanti hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro penale complessivamente 6 tonnellate di generi alimentari, molti posti già in vendita (tra cui carne e pesce congelati, salumi, insaccati, latticini, con data di scadenza superata anche da alcuni anni, privi di tracciabilità), nonché un intero magazzino con 2 celle frigorifero e 3 frigo/congelatori.