Romano Prodi
Romano Prodi

Santena (Torino), 20 settembre 2021 - Romano Prodi ritiene che la richiesta di una perizia psichiatrica per Silvio Berlusconi sia "una delle ennesime follie dell'Italia". Prodi era intervistato da Giovanni Minoli, in stile 'Mixer', nel corso della cerimonia per la consegna del Premio Cavour a Santena (Torino). A Berlusconi invece riconosce "il merito di avere spostato Forza Italia verso una linea europea. Potrebbe aspirare al Premio Cavour? Questo dipende dalla giuria, non da me".

Per Prodi ci sarebbe bisogno di un Cavour oggi: "Di chi costruisce un'Italia legata al mondo c'è sempre bisogno". L'ex premier ha ricevuto il Premio Cavour per "una carriera universitaria, manageriale, politica e di governo senza eguali; sempre al servizio del Paese" e per "avere interpretato in modo contemporaneo lo spirito, l'intelligenza, il coraggio e la lungimiranza politica di cui Camillo Cavour è stato antesignano".

Parlando dell'attuale premier Prodi ha detto: "Con Draghi premier l'Italia è in una posizione privilegiatissima, è ascoltato, ha relazioni internazionali. Rispetto alla situazione di passaggio che c'è in Germania e in Francia, l'Italia è un punto fermo". 

Sul un secondo mandato il politico bolognese ha una sua opinione: "Mattarella in passato ha detto come la pensava, ha detto no. I siciliani silenziosi non cambiano mai parere. E Mattarella è un siciliano silenzioso". Su una sua possibilità di salire al Colle è stato molto chiaro: "Ho 82 anni, per un incarico settennale è una incoscienza". Come "si sbaglierebbe" chi parla di una sua ricandidatura per il Quirinale: