Terra dei fuochi: gli abitanti chiedono sicurezza
Terra dei fuochi: gli abitanti chiedono sicurezza

Napoli, 8 giugno 2021 – Inaugurato a Giuliano il nuovo distaccamento dei vigili del fuoco, un presidio strategico per la Terra dei fuochi, realizzato all'interno di un bene confiscato alla mafia. Sicurezza e legalità, un doppio significato simbolico per far ripartire il territorio.

“Una presenza importante, un segnale di grande attenzione dello Stato”, ha detto al taglio del nastro Laura Lega, prefetto e capo del Dipartimento dei Vigili del fuoco, intervenuta questa mattina al taglio del nastro.

Salute e ambiente: le priorità della zona

L'apertura del presidio “risponde a un'esigenza fortemente espressa da chi vive sul territorio - ha aggiunto Laura Lega - e chiedeva una tutela in caso di emergenza, ma anche e soprattutto della salute dell'ambiente''.

Alla presenza del sottosegretario all'Interno con delega ai Vigli del fuoco, Carlo Sibilia, del capo del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, Fabio Dattilo, si è svolta la cerimonia di inaugurazione della sede di Lago Patria.

Sibilia: “Un segnale forte a chi avvelena l'aria e l'ambiente”

"Con la consegna ai vigili del fuoco del bene confiscato alla criminalità – ha aggiunto il sottosegretario Carlo Sibilia - vogliamo dare un segnale forte, che parte da Giugliano, simbolo della Terra dei Fuochi. L'istituzione del nuovo dipartimento dei vigili del fuoco in località Lago Patria testimonia la presenza forte dello Stato proprio qui ed ora deve rappresentare un segnale forte a chi avvelena l'aria e l'ambiente".

"Da oggi - continua - la presenza dei professionisti del soccorso pubblico è la più forte testimonianza di questa forte volontà. Anche le nuove dotazioni tecnologiche di cui sono dotati renderanno più efficace la lotta a queste attività criminali che, insieme al personale altamente qualificato e ai droni di ultima generazione, rappresentano una garanzia in più per i cittadini di questi territori che meritano di recuperare una qualità della vita".