28 mag 2021

Napoli, rapina da 300 euro al supermercato: arrestato quattro mesi dopo

La Polizia, dopo una breve indagine, lo ha incastrato grazie alle immagini della videosorveglianza: in casa aveva un casco e indumenti compatibili con quelli indossati il giorno del colpo

Un'auto della polizia all'esterno del palazzo nel centro storico di Napoli dove e' stata trovata da una vicina  la ragazza albanese ferita e chiusa in un sacco della spazzatura, 14 giugno 2013. ANSA / CIRO FUSCO
Volante della Polizia

Napoli, 28 maggio 2021 - La Polizia di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, ha arrestato un uomo di 48 anni con l’accusa di rapina aggravata e ricettazione. Secondo gli inquirenti, sarebbe lui la persona che lo scorso mese di gennaio è entrata in un supermercato simulando di essere armata e si è fatta consegnare 300 euro da una cassiera.

Le indagini della Polizia

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, grazie anche alle telecamere di videosorveglianza, l’uomo dopo il colpo nel supermercato si sarebbe dato alla fuga a bordo di uno scooter. La targa del veicolo non era stata utile per rintracciare l’autore della rapina perché il proprietario ne aveva precedentemente denunciato lo smarrimento.

Tuttavia, nel corso delle indagini gli agenti sono riusciti a individuare lo scooter utilizzato per la rapina e risalire all’appartamento dell’uomo. Nel corso della perquisizione sono stati trovati un casco con abrasioni perfettamente coincidenti con quelle visibili nel casco indossato dal rapinatore al momento del colpo e capi di abbigliamento compatibili con quelli ripresi dalla telecamera.

L’uomo, già con numerosi precedenti a suo carico, sia penali che giudiziari, è stato portato nel carcere napoletano di Poggioreale a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?