Napoli, sequestrate 143mila mascherine: avevano il marchio CE falsificato
Napoli, sequestrate 143mila mascherine: avevano il marchio CE falsificato

Napoli, 29 Aprile 2021 - Erano totalmente inutili perché non a norma. Circa 143 mila mascherine ed altri dispositivi di sicurezza contraffatti e non certificati, di fabbricazione cinese, sono stati sequestrati tra Napoli e provincia dalla Guardia di Finanza. In due empori cinesi nella zona orientale di Napoli sono stati sequestrate oltre 100 mila mascherine di tipo chirurgico, visiere, termometri e saturimetri.

I sequestri in provincia di Napoli

A San Giorgio a Cremano, ed Ercolano sono stati trovati guanti in lattice non idonei in alcuni negozi di casalinghi gestiti da immigrati cinesi e nello studio di un grafico. A Marigliano, Acerra, Torre del Greco e Forio d'Ischia sono state sequestrate invece 5.600 mascherine con falso marchio di conformità CE. Tra Castellammare di Stabia, Pompei, Giugliano e Villaricca quattro negozi gestiti da cittadini di origine cinese avevano messo in commercio circa 12.200 tra mascherine monouso e visiere con indicazioni esclusivamente in lingua cinese e il falso marchio CE. Sette persone di nazionalità italiana e cinese sono state denunciate per ricettazione e commercio di prodotti falsi, mentre altre sette sono state segnalate alla Camera di Commercio per violazioni di carattere amministrativo

Operazione Safe Mask a Ischia

Non è la prima volta che le mascherine "tarocche" vengono trovate all'interno di negozi di articoli per la casa a Forio, a Ischia. La Guardia di Finanza ha sequestrato sull'isola d'Ischia 1.600 mascherine pseudo protettive, ritirate dal commercio poiché risultate al controllo prive delle indicazioni obbligatorie e riportanti un falso marchio CE. Il sequestro è avvenuto nell'ambito della operazione Safe Mask, condotta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli in tutta l'area metropolitana.

L’operazione dei finanzieri di Ischia ha consentito di sventare la commercializzazione di dispositivi che non avrebbero assicurato alcuna protezione contro il contagio, in quanto non certificati dalle Autorità preposte. 

Le 143mila mascherine sequestrate dalla Guardia di Finanza di Napoli rientrano nel quadro dell’intensificazione dell’attività di prevenzione e repressione della contraffazione, uno dei fenomeni su cui maggiormente si concentrano le speculazioni legate all’emergenza Covid-19, programmata dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli a tutela dei cittadini in concomitanza con il recente passaggio della Campania in “zona gialla”.