quotidiano nazionale
16 lug 2022
16 lug 2022

Napoli, è morta la vicesindaca Maria Filippone. Manfredi: "Persona straordinaria"

Era ricoverata da oltre un mese la Policlinico Federico II. Aveva 68 anni. Il cordoglio del sindaco e dell'amministrazione comunale. Funerali nella chiesa di Sant'Onofrio

16 lug 2022
featured image
L'assessora Maria Filippone e Gaetano Manfredi sindaco di Napoli
featured image
L'assessora Maria Filippone e Gaetano Manfredi sindaco di Napoli

Napoli, 16 luglio 2022 - Si è spenta nella notte  Maria Filippone, vicesindaca di Napoli e assessora con delega all'Istruzione.  Aveva 68 anni . Filippone era ricoverata da oltre un mese nel reparto di Cardiologia del policlinico universitario della Federico II.
Docente di latino e greco è stata preside dei licei Sannarazo e Genovesi. "E' morta la prof", il post degli studenti alla notizia della scomparsa. Era la moglie di Arturo De Vivo , docente di letteratura latina della Federico II e già prorettore quando Gaetano Manfredi ricopriva la carica di rettore dell'Università

Il sindaco di  Napoli Gaetano Manfredi , tutti gli assessori e l'intera Amministrazione comunale "si stringono forte alla famiglia" di Maria Filippone "per la dolorosa perdita". Filippone è morta nella notte dopo oltre un mese di ricovero in ospedale. "Se ne va una persona straordinaria, generosa e illuminata che ha sempre messo al centro della sua vita la passione civile e il bene comune", dichiara Manfredi. "Mia era e sarà per sempre un punto di riferimento per la città", aggiunge Manfredi.

I funeral i saranno celebrati domani domenica 17 luglio nella chiesa di Sant'Onofrio a corso Umberto, angolo piazza Nicola Amore. La cerimonia funebre si svolgerà alle ore 9.30. Lo fa sapere il Comune di Napoli dove sono esposte a mezz'asta le bandiere
della città, italiana ed europea sulla facciata di Palazzo San Giacomo in segno di lutto. 

La vita 

Filippone era stata nominata vicesindaca della Giunta comunale guidata da Gaetano Manfredi, rivestendo così il suo primo incarico politico dopo una lunga carriera nel mondo della scuola. Dopo la laurea con 110 e lode in lettere classiche all'Università "Federico II" di Napoli, ha insegnato per molti anni prima al  liceo classico "Imbriani" di Pomigliano d'Arco e poi al liceo classico "Genovesi" di Napoli.



Durante gli anni di insegnamento ha curato a lungo la formazione dei docenti, collaborando col Cidi di Napoli e con le Università partenopee, è stata coautrice di libri scolastici della Rizzoli dedicati all'apprendimento della grammatica e della sintassi latina,
ha ricoperto per molti anni l'incarico di vicepreside, e ha partecipato alla serie televisiva prodotta dalla Rai e condotta da  Michele Mirabella "Amor Roma".

Vincitrice del concorso a dirigente scolastico , dal 2007 è stata preside dell'Istituto tecnico tecnologico "Marie Curie", successivamente del polo umanistico "Antonio Genovesi" e del liceo classico "Jacopo Sannazaro" di Napoli e ha svolto incarichi per conto dell'Ufficio scolastico regionale della Campania.

Il ricordo e il cordoglio della politica

Tanti i messaggi di cordoglio per la somparsa di Mia Filippone. 'Il mio profondo cordoglio per la prematura scomparsa di Mia Filippone, vicesindaca e assessore all'Istruzione di Napoli. Ai suoi cari va tutta la mia vicinanza''. Così il presidente della Camera, Roberto Fico , in una nota.

"Apprendiamo con grande dispiacere della scomparsa di Mia Filippone, vicesindaca del Comune di Napoli. Con lei va via una persona di profondo valore che ha dedicato la sua vita alla scuola, alla passione sociale, al bene della nostra città". Lo dichiarano Marco Sarracino , segretario metropolitano del Pd di Napoli,  Gennaro Acampora , capogruppo del Pd in Consiglio comunale di Napoli, e  Francesco Boccia , commissario del Pd Campania. "La comunità democratica napoletana e campana si stringe alla famiglia e agli amici", aggiungono in una nota congiunta.

"Sono vicino alla famiglia della professoressa Mia Filippone, prematuramente scomparsa, della quale ricordo l'amore per i ragazzi e per la scuola pubblica ed il suo costante impegno per la città e per il suo riscatto, soprattutto attraverso la cultura". Questo il messaggio di cordoglio di Luigi de Magistris , ex sindaco di Napoli , per la morte di Maria Filippone, deceduta nella notte in ospedale. 

"Apprendiamo con enorme dispiacere che nella notte si è spenta Mia Filippone, professoressa e donna di alta statura morale e dalla grande passione civile", dichiara Catello Maresca , consigliere comunale di opposizione e già candidato a sindaco di Napoli per il centrodestra. "Ne abbiamo potuto apprezzare, purtroppo per poco, le doti come vicesindaco ed assessore alla Scuola. Ci mancherà tantissimo. Ci mancheranno il suo buon senso e il suo stile sempre sobrio e rispettoso dei ruoli istituzionali", aggiunge Maresca facendosi portavoce dei consiglieri del gruppo consiliare Maresca. 

La deputata di Liberi e uguali Rina Valeria De Lorenzo si dice "vicina alla famiglia della vicesindaca Mia Filippone, donna e insegnante che credeva nell'importanza della cultura come presupposto per il rilancio della città". Anche il senatore Sandro Ruotolo esprime le sue condoglianze e aggiunge: "La città di Napoli perde una bella persona, per tanti anni in prima linea come insegnante, come preside e impegnata nel sociale dalla parte dei giovani. Nel suo nuovo ruolo istituzionale si era fatta apprezzare per la sua instancabile presenza sui territori e nel rispondere con i fatti alle tante sollecitazioni dei napoletani".

L'eurodeputato del Pd Andrea Cozzolino ricorda Filippone come "una donna che ha dedicato la sua vita alla scuola e ai giovani di questa città. Ha combattuto per il loro futuro, per dare ai ragazzi considerati più a rischio una prospettiva sul futuro, lo ha
fatto fino alla fine con la delega alla Scuola che gli è stata conferita dal sindaco Manfredi".

La senatrice del Pd Valeria Valente , presidente della Commissione Femminicidio, si dice "molto addolorata dalla morte di Mia Filippone, vicesindaco di Napoli. Con lei la nostra città perde una donna da sempre impegnata nelle istituzioni scolastiche, al fianco dei giovani e che ha portato nell'impegno politico la sua grande esperienza maturata nella scuola. Ha lottato fino alla fine contro la malattia e se ne va purtroppo prematuramente. Alla famiglia e alla giunta del sindaco Manfredi - aggiunge Valente - va la nostra vicinanza e il nostro cordoglio".

Il segretario generale della Cgil Napoli e Campania, Nicola Ricci , esprime "commozione e tristezza". Ricci ricorda "l'impegno nel sociale di cui è stata protagonista la Filippone nella sua esperienza amministrativa, che ha dato un'impronta fondamentale al lavoro della Giunta di Palazzo San Giacomo". "La vicesindaco Filippone ha rappresentato un chiaro esempio di impegno sociale e di grande competenza nel mondo della scuola, dell'istruzione e della cultura. Aver accettato la sfida della politica per contribuire al rilancio di Napoli testimonia con chiarezza la natura dei suoi valori. La Cgil - conclude Ricci - esprime il cordoglio alla famiglia, al coniuge e ai suoi cari".

Ciro Fiola , presidente della Camera di Commercio di Napoli, dichiara: "La notizia della scomparsa di Maria Filippone mi rattrista profondamente. L'ho conosciuta quando è entrata a far parte della Giunta comunale e ne ho subito apprezzato le doti umane e la grande passione. Abbiamo avuto alcune occasioni di confronto e avremmo potuto collaborare su numerosi progetti, ci eravamo ripromessi di farlo. A lei mi lega anche un ricordo tenero, per la scoperta di un'antica amicizia con mia madre all'epoca in cui si conobbero al Liceo Genovesi. Mancherà alla politica e alla nostra comunità".

 

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?