Domenica 26 Maggio 2024

Napoli, festa scudetto rimandata: la squadra di Luciano Spalletti pareggia 1 a 1 al Maradona / DIRETTA

I tifosi hanno cominciato a defluire dal centro di Napoli pochi instanti dopo il fischio finale del match al Maradona. Festa rinviata di qualche giorno. Un uomo accoltellato fuori dallo stadio

Napoli, 30 aprile 2023 – Festa scudetto rinviata. Il Napoli pareggia 1-1 in casa con la Salernitana nel match valido per la 32esima giornata e perde la chance di festeggiare già oggi il titolo di campione d'Italia 2022-2023. Gli azzurri, che avrebbero conquistato il titolo con una vittoria, vanno in vantaggio al 62' con Olivera ma si fanno raggiungere all'84' da Dia. La formazione di Spalletti, prima con 79 punti, deve aspettare almeno la sfida di giovedì sul campo dell'Udinese per festeggiare.

Approfondisci:

Scudetto Napoli, il piano sicurezza. Zona rossa il 3 e il 4 maggio

Scudetto Napoli, il piano sicurezza. Zona rossa il 3 e il 4 maggio
Approfondisci:

Napoli festa scudetto rimandata, Spalletti: "Allunghiamo la gioia"

Napoli festa scudetto rimandata, Spalletti: "Allunghiamo la gioia"

Era tutto pronto a Napoli per il pomeriggio che avrebbe potuto sancire la matematica conquista del terzo scudetto. La città si era  svegliata in un clima di trepidante attesa, tra striscioni e bandiere azzurre esposte ormai da più di un mese nelle strade di tutti i quartieri, e qualche "new entry" come l'enorme scudetto tricolore comparso nella notte tra le torri di Porta Capuana. Imponente la macchina organizzativa messa a punto in settimana da Prefettura, Comune di Napoli, Regione Campania e le forze dell'ordine. Poi il gelo finale e i festeggiamenti rinviati. Le migliaia di persone hanno pian piano cominciato a defluire dal centro di Napoli poco dopo il fischio finale che ha sancito il pareggio con la Salernitana. Lungo applauso per gli azzurri.

Approfondisci:

Calcio Napoli, febbre scudetto: treno azzurro porta i tifosi al Maradona / VIDEO / FOTO

Calcio Napoli, febbre scudetto: treno azzurro porta i tifosi al Maradona / VIDEO / FOTO

13:00

Fedayn Napoli: “La capolista se ne va” tra fumogeni, striscioni, clacson

Un corteo formato da alcune centinaia di tifosi dei Fedayn Napoli ha attraversato Corso Novara a poca distanza dalla stazione centrale per raggiungere poi lo stadio Diego Armando Maradona. Ad aprire il corteo lo striscione della tifoseria accompagnato da bandiere e fumogeni che colorano il cielo di azzurro. ''La capolista se ne va'' cantano in coro in vista della partita con la Salernitana che potrebbe portare il Napoli a conquistare il terzo scudetto della sua storia. Un corteo salutato dagli applausi di chi è appena arrivato in stazione da ogni parte d'Italia per vivere nel capoluogo partenopeo l'attesa di quella che potrebbe essere una giornata storica per Napoli. Il colpo d'occhio per chi arriva in città è di palazzi e strade a tinte azzurre. ''Grazie ragazzi'', ''Napoli ti amo'', ''Napoli 3'', gli striscioni esposti a ogni balcone. E ai tifosi si uniscono i clacson degli automobilisti. La città suona a festa.

13:10Campione di nuoto Nicolò Martinenghi firma i vessilli azzurriGli è stato chiesto di apporre il proprio autografo su alcuni vessilli del Napoli. E, nonostante sia tifoso dell'Inter, non si è sottratto all'affetto del pubblico partenopeo. Il protagonista è Nicolò Martinenghi, due medaglie d'oro ai mondiali di Budapest 2022 e due bronzi alle Olimpiadi di Tokyo. Martinenghi è una delle star della sesta edizione del Grand Prix Città di Napoli - trofeo Vecchio Amaro del Capo, la rassegna di nuoto in corso alla piscina Scandone, poco distante dallo stadio Maradona. Alcuni hanno ne hanno dunque approfittato per rendere 'unico’ il loro cimelio azzurro, chiedendo a Martinenghi, al termine della batteria dei 50 rana (nuotata in 27.12) di autografarlo. “Ho detto a chi me lo chiedeva che sono tifoso dell'Inter - confessa - ma tutti mi hanno sottolineato che oggi, visto che i nerazzurri giocano con la Lazio, siamo accumunati sostanzialmente da un destino unico”.
13:12Mezzi pubblici presi d’assalto

Sono migliaia i tifosi che in queste ore si stanno spostando a bordo dei mezzi pubblici verso la zona di Fuorigrotta per assistere alla partita del Napoli. La linea 1 della metropolitana di

Napoli è presa d'assalto da tantissimi supporter della squadra e dai numerosi turisti, perla maggior parte stranieri,

che assistono divertiti. In piazza Dante alcune centinaia

di persone hanno incendiato dei fumogeni. Folla anche in via

Toledo e nella Pignasecca,  quasi completamente addobbata da striscioni.

13:17Tifo per il Salerno: ma pochi tifosi hanno il biglietto per il derbyHanno intonato cori, indossato magliette granata e sventolato bandiere. Così tantissimi tifosi della Salernitana hanno dato a metà mattinata la carica alla squadra granata in partenza per Napoli. Oggi pomeriggio alle 15, ci sarà infatti il derby tra Napoli e Salernitana allo stadio Maradona, dove è consentito l'accesso solo ai possessori di fidelity card della Salernitana non residenti nella provincia di Salerno. Nella giornata di ieri, era stata la Curva Sud Siberiano a chiamare a raccolta la città dando l'appuntamento a questa mattina "per caricare la nostra Salernitana". Il pullman del club, intorno alle 10.30, ha lasciato l'albergo per dirigersi verso il capoluogo campano.
13:35Niente auto e moto in zona rossa? Ecco chi tira fuori gli asini, tra le polemicheNiente auto e moto in zona rossa? E allora c’è chi tira fuori gli asini. ma è subito polemica. "Purtroppo stiamo ricevendo già adesso segnalazioni sull'utilizzo vergognoso di alcuni asini e di altri animali per festeggiare la vittoria dello scudetto del Napoli. Si tratta di una barbarie inutile, che crea solamente fortissimi stress per gli animali costretti a circolare bardati e impauriti in mezzo alla folla tra urla e schiamazzi. Una violenza che nulla ha a che vedere con il festeggiamento di un trionfo sportivo della nostra squadra e della nostra città. Lancio un appello a tutti affinché rinuncino a questo tipo di iniziative e, al tempo stesso, ci vengano segnalati tutti gli episodi dove gli animali, loro malgrado, sono costretti a queste violenze. Siamo pronti a denunciare ogni singolo episodio alle forze dell'ordine". Queste le parole del deputato di Alleanza Verdi - Sinistra Francesco Emilio Borrelli, che ha ricevuto le segnalazioni dei maltrattamenti agli animali.
14:08Boato per il goal dell’InterIl boato, senza il Napoli in campo. Per pochi minuti, poco più di 90 Napoli tifa Inter. E quando Lautaro segna il gol del pareggio contro la Lazio, esplode la città. Le trombe, le urla, la liberazione. Perché è un gol-scudetto pure quello, e rimette la gente in assetto da festa: il Maradona riprende fiato in attesa della Salernitana. E del possibile, ufficiale, gol scudetto.  
- - : - -Match point: Inter batte la Lazio e lascia campo libero al Napoli

L'Inter batte la Lazio 3-1 e offre al Napoli il primo match point scudetto. Dopo questo risultato, infatti, alla squadra di Spalletti prima con 78 punti (+17 attualmente sulla Lazio, seconda) serve battere la Salernitana, alle 15 al Maradona, per la matematica certezza del titolo

NaN:NaNPrimo tempo chiuso sullo 0-0

Napoli e Salernitana hanno chiuso sullo 0-0 il primo tempo della sfida del Maradona valida per la 32esima giornata di

Serie A e decisiva per il titolo, in caso di successo, per la

squadra di Luciano Spalletti.

16:17Secondo tempo: goal del Napoli al 17esimo minutoRipreso il secondo tempo: goal del Napoli al 17esimo minuto: partenopei e turisti stanno già affollando le vie del centro cittadino in attesa della sospirata vittoria del Napoli. Folla non solo a Fuorigrotta, nella zona dello stadio Maradona, ma anche in piazza del Plebiscito, in via Toledo, ai Quartieri Spagnoli, sul lungomare e in tutte le zone centrali dove è interdetto l'accesso ad auto e scooter. Centinaia di migliaia le bandiere azzurre sventolano in strada, ma anche striscioni e nastri con i colori della squadra fanno bella mostra di sé su balconi, terrazzi e da uno stabile all'altro. Intanto, la città è in zona rossa dalle 14 di oggi fino alle 4 di domani.
NaN:NaNPareggio della Salernitana

A festa ormai avviata il colpo al cuore con il pareggio della Salernitana a pochi minuti dal fischio finale. 

Dia gela il Maradona. Quando mancavano meno di 10 minuti

allo scudetto aritmetico. L'attaccante della Salernitana

indovina il gol del pareggio, 1-1, che "strappa" lo scudetto

dalla maglia del Napoli. Silenzio irreale in città, in attesa degli ultimi minuti del match. 

I tifosi sono in trepidante attesa perché il pareggio non

basterebbe a consegnare, matematicamente, il Tricolore al

Napoli.

16:53Gelo fuori dallo stadio Col fiato sospeso fuori dal Maradona. I tifosi del

Napoli, hanno da subito ricominciato ad incitare la squadra di Spalletti

per il forcing finale.

16:57Festa rinviata

Non è oggi il giorno dello scudetto del Napoli.

Napoli-Salernitana finisce 1-1, e sfuma la tanto attesa festa per il terzo titolo della storia azzurra. Dopo la vittoria della Lazio

a Milano, al Napoli serviva una vittoria per aggiudicarsi lo scudetto aritmeticamente. Invece la Salernitana riesce a

recuperare il gol di svantaggio di Mathias Olivera e con Dia all'84' spegne le celebrazioni pronte ad esplodere allo Stadio Maradona come nel resto della città. Al Napoli non resta che andare a giocarsi la sua seconda chance scudetto in trasferta a Udine, giovedì alle 20.45. 

17:13Uomo accoltellato mentre andava allo stadio

La macchina per la sicurezza ha funzionato, non sono stati registrati disordini tra i tifosi.  Mentre un uomo è stato

accoltellato mentre andava allo stadio, dopo una lite nata per motivi di viabilità. L'uomo, visitato all'ospedale San Paolo, ha riportato ferite guaribili in una decina di giorni ed è stato dimesso.

17:20Lungo applauso al MaradonaDopo il fischio finale al Maradona un lungo applauso e lo sventolio di bandiere ha accompagnato gli azzurri. Pochi minuti dopo la gara, gli azzurri sono andati a raccogliere l'applauso delle curve, al grido "vinceremo, vinceremo il tricolor" e l'ormai noto canto "Un giorno all'improvviso". Nonostante l'abbraccio dei tifosi i giocatori sono usciti dal terreno di gioco visibilmente affranti. Tra i più dispiaciuti Victor Osimhen e Khvicha Kvaratskhelia, ultimi tra i calciatori a lasciare il terreno di gioco. E ora a Napoli si attende la prossima giornata.   
17:49Spalletti: "Allunghiamo la gioia""È chiaro che ai ragazzi dispiace moltissimo non aver dato questa felicità ai tifosi, abbiamo trovato una squadra con molti stimoli e che si chiude a riccio, poi c'è stata un pochino di ingenuità sul gol preso". Il tecnico del Napoli Luciano Spalletti commenta così, dai microfoni di Dazn, il pari 1-1 con la Salernitana che rimanda la festa scudetto partenopea. "Vogliamo veder gioire la gente, noi rappresentiamo i loro sogni - dice ancora - ed è giusto che loro lo ricevano. Volevamo farlo. Rimandiamo solo la festa e allunghiamo la gioia e i festeggiamenti. Sono convinto che quei due punti li faremo".