Valeria Ciarambino
Valeria Ciarambino

Napoli, 18 Giugno 2021 – Due buste contenenti complessivamente tre proiettili sono state inviate a Valeria Ciarambino, vicepresidente del Consiglio regionale della Campania e membro del Movimento 5 stelle. Entrambe le lettere, una inviata lunedì scorso e una l’altro ieri, sono state bloccate dagli scanner del Centro di smistamento delle Poste italiane, che ha rilevato i bossoli e le ha consegnate alla Polizia che ha provveduto poi ad avvertirla personalmente.

La prima busta, intestata al ‘ministro Valeria Ciarambino, Palazzo Santa Lucia’, conteneva due proiettili ed era priva di messaggio. La seconda, contenente un proiettile, recava invece un breve testo con l'invito a "stare zitta". L'esponente del M5S ha detto alla Digos di non aver mai ricevuto in precedenza minacce o messaggi intimidatori. La Prefettura sta valutando per lei l'assegnazione di una scorta.

Le parole di Ciarambino

La vicepresidente del Consiglio regionale della Campania e capogruppo regionale M5S Valeria Ciarambino ha utilizzato Facebook per mandare un messaggio chiaro a chi ha provato a intimidirla: "Andiamo avanti, a testa alta e con la schiena dritta. C'è un Paese da ricostruire e non possiamo permetterci distrazioni. Le tantissime attestazioni di solidarietà che sto ricevendo in queste ore infondono in me il coraggio necessario per continuare a battermi a testa alta per la mia terra e per la mia gente, senza arretrare di un millimetro. Anzi, oggi più di ieri so di poter contare sulla fiducia e sul sostegno, non solo a parole, di tante persone, dentro e fuori la mia forza politica, che nell'esprimere la loro vicinanza, mi hanno fatto capire che i sacrifici e l'impegno profusi in questi anni non sono stati vani".

"Non me ne starò zitta, come qualcuno vorrebbe - ha continuato Ciarambino -, e non me ne starò ferma. Continuerò a lavorare, a denunciare, ad alzare la voce se sarà il caso di farlo, ma soprattutto ad ascoltare e a farmi portavoce di ogni richiesta di aiuto. Oggi mi sento più forte, perché so che non sarò mai sola nell'affrontare le battaglie per la nostra terra e per il nostro Paese".

Movimento 5 Stelle: “Non arretriamo”

I primi ad esprimere solidarietà a Ciarambino sono stati proprio i deputati del Movimento 5 Stelle in commissione Giustizia: “Ci stringiamo intorno a lei - hanno scritto in una nota -. Ha tutta la nostra solidarietà. Purtroppo, a distanza di pochi giorni dall'aggressione subita da Davide Aiello, un altro tentativo di vigliacca intimidazione ha colpito una nostra portavoce. L'impegno di Valeria, come quello di Davide, e di ciascuno di noi non verrà mai meno: nessuna minaccia sarà mai in grado di piegare il Movimento 5 Stelle e i suoi rappresentanti. Sono sotto attacco, ma insieme non arretreremo di un centimetro”.

Di Maio: “Vi assicuro che ‘non starà zitta’”

Vicinanza anche da Luigi Di Maio, ministro degli Esteri: “Insieme abbiamo affrontato tante battaglie, tante altre ne combatteremo. Valeria Ciarambino, conosciamo la tua forza e sappiamo che non mollerai di un millimetro, neanche davanti a questi atti vigliacchi. Vi posso assicurare che Valeria non 'starà zitta' e con coraggio continuerà a denunciare le ingiustizie che colpiscono i cittadini”.

Fico: “Piena solidarietà”

Poco dopo è arrivato anche il messaggio di Roberto Fico, presidente della Camera: “La mia piena solidarietà alla vicepresidente del Consiglio regionale della Campania, Valeria Ciarambino per le ignobili e vigliacche intimidazioni ricevute”. Ma sono molte le dimostrazioni di vicinanza nei confronti della politica.

Su Facebook il sottosegretario agli Esteri, Manlio Di Stefano, ha scritto: “Valeria, per me, è anche una cara amica e quindi so per certo che non arretrerà di un millimetro anzi, questa storia le darà ancora più forza per andare avanti perché conferma la bontà delle sue battaglie. A lei il mio sostegno e quello di tutto il MoVimento 5 Stelle”.

Raggi: “Non sei sola”

Anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha twittato: “Solidarietà a Valeria Ciarambino, che ha ricevuto tre proiettili e gravi minacce. Valeria, non sei sola nella battaglia per la legalità. Andiamo avanti a testa alta e non ci lasciamo intimidire”.

Manfredi: “Tenere alta l’attenzione sul tema”

Il candidato sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi ha espresso così la sua vicinanza: “Massima solidarietà a Valeria Ciarambino per le intimidazioni ricevute. Bisogna tenere alta l'attenzione sul tema della legalità. Va sempre preservato il diritto-dovere ad un confronto civile, senza concessioni o tentennamenti di fronte alle minacce”.

De Luca: "Piena solidarietà"

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, ha commentato attraverso un post su Facebook la triste vicenda: "La nostra piena solidarietà a Valeria Ciarambino, capogruppo del M5S e vicepresidente del Consiglio regionale. Nel respingere un gesto inaccettabile, ribadiamo con forza la condanna e il contrasto deciso alla criminalità, alla violenza e a ogni genere di intimidazione". 

Maresca chiama Ciarambino

Anche il candidato sindaco Catello Maresca ha telefonato a Valeria Ciarambino per esprimerle la sua vicinanza: "Desidero - ha spiegato il candidato sindaco in una nota - esprimere la mia stima, vicinanza personale e solidarietà alla vicepresidente del Consiglio regionale della Campania, Valeria Ciarambino, oggetto di vili intimidazioni e vigliacche minacce. Quale che sia la matrice di questi gesti mi auguro che non tolgano mai serenità ad una rappresentante seria delle istituzioni e che indagini rapide possano accertare gli autori di questo gesto infame". 

M5S in Commissione Antimafia: "Una vigliaccata"

I parlamentari M5S in commissione Antimafia hanno rimarcato le battaglie di questi anni portate avanti dalla vicepresidente del Consiglio Regionale: "In Campania è stata, in questi anni, protagonista di innumerevoli battaglie contro il malaffare: è probabile che questa onestà, questo atteggiamento intransigente rispetto al compromesso all'interno delle istituzioni, non piaccia a qualcuno. Ebbene, se ne facciano una ragione. Valeria non si lascerà certo intimidire da questa vigliaccata, che - al contrario - conferma che le sue battaglie stanno sortendo gli effetti giusti. La Ciarambino non è sola, con lei c'è tutto il Movimento 5 Stelle e le tantissime persone oneste che sostengono le nostre battaglie. Tutto questo avviene a pochi giorni dall'aggressione a Davide Aiello in Sicilia. Evidentemente un'azione politica di coraggio e legalità dà molto fastidio ma non arretreremo di un millimetro e non ci fermeremo nella nostra azione".

Bilotti: "Minacce non fermeranno Valeria"

Anna Bilotti, deputata del Movimento 5 Stelle, a seguito delle intimidazioni indirizzate alla capogruppo M5S in Regione Campania: "Tutta la mia vicinanza e solidarietà a Valeria Ciarambino, amica, collega e punto di riferimento del Movimento in Campania. Le intimidazioni che ha subìto rappresentano l'ennesimo gesto ignobile e vigliacco, tipico di comportamenti che Valeria e noi tutti combattiamo da sempre. Mi auguro che gli investigatori possano individuare presto i responsabili di queste odiose minacce che, posso assicurare, non serviranno certo a fermare Valeria e il Movimento nella grande battaglia che portiamo avanti per la legalità e la giustizia in Campania e nel nostro Paese".

Dadone: "Siamo al tuo fianco"

La ministra per le Politiche Giovanili Fabiana Dadone in un tweet ha espresso piena solidarietà alla deputata: "Non ci fermerete con le minacce, non ci fermerete con la paura. Invece di spaventarci ci state dando forza! Solidarietà a Valeria Ciarambino per i vigliacchi attacchi ricevuti, siamo tutti al tuo fianco!".