Carabinieri
Carabinieri

Napoli, 1 maggio 2021 – La prontezza del titolare di un negozio di ottica e l’intervento provvidenziale di un carabiniere fuori servizio hanno permesso di sventare una rapina in pieno centro a Boscoreale, nel Napoletano.

L’episodio è avvenuto nella serata di venerdì: attorno all’orario di chiusura del negozio, due rapinatori sono entrati nel locale di piazza Pace con casco e passamontagna. Armati di pistola, hanno intimato al titolare di consegnargli l'orologio di valore. Quest’ultimo, però, non si è lasciato intimidire e ha reagito scatenando l’ira di uno dei due, che ha anche sparato due colpi d’arma da fuoco.

Arrestato uno dei delinquenti: scatta la caccia all’uomo per individuare il complice

Nel momento critico del tentativo di rapina, quando uno dei due delinquenti ha esploso i colpi di pistola, uno dei presenti all’interno del negozio è stato lievemente ferito alla caviglia, riportando alcune escoriazioni probabilmente dovute alle schegge dei proiettili rimbalzati sul pavimento.

Ad evitare il peggio ha pensato anche un carabiniere fuori servizio che si trovava all’esterno del negozio. Questi è riuscito a bloccare uno dei due ladri, un 23enne incensurato. L’altro, invece, è riuscito a darsi alla fuga.

Dopo la rapina sono subito scattate le indagini, coordinate dai militari del nucleo investigativo di Torre Annunziata, che hanno acquisito le immagini di video-sorveglianza e sequestrato i due bossoli calibro 9x21. L’obiettivo è ora identificare e catturare anche l’altro rapinatore.

Borrelli: "Massima solidarietà al titolare del negozio"

Sul tentativo di rapina di venerdì è intervenuto anche Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde: "Massima solidarietà al titolare di un negozio di Boscoreale vittima di una tentata rapina nella serata di venerdì – commenta –. Occorre necessariamente porre un freno, assistiamo a una escalation di crimini che rivelano una vera e propria emergenza".

E conclude: "Spesso sono mine vaganti, pericolosissime. Quasi non si temono più le conseguenze del delinquere, non c'è più il timore di dover rispondere del male procurato agli altri. Bisogna ricorrere al pugno duro contro l'ascesa dei fenomeni criminosi. Un plauso va alle forze dell'ordine, in particolare al carabiniere che a Boscoreale, pur libero dal servizio, non ha esitato a intervenire arrestando uno dei due criminali".