Un modello della collezione Prada Multiple Views 2021
Un modello della collezione Prada Multiple Views 2021

Milano, 15 luglio 2020 - “Siamo abituati a fare sfilate di moda. Ma nel momento in cui non si può fare una sfilata dal vivo, bisogna reinventarsi, Così abbiamo deciso di affidare cinque capitoli diversi a cinque persone diverse dando totale libertà creativa. Il concetto è qualcosa in cui ho sempre creduto: una volta creati, gli abiti appartengono alla vita delle persone. Appartengono agli altri. Questo lavoro rappresenta un gesto, ovvero questi abiti non sono più miei”. Miuccia Prada racconta così, in totale semplicità perché questo impongono i tempi difficili di oggi, la collezione Prada Multiple Views 2021 che è stata lanciata sulla piattaforma online della Milano Digital Fashion Week davanti al mondo intero perché stavolta la moda è democratica per tutti. L'online le ha regalato questa linfa nuova e Prada l'ha gestita al meglio e alla sua maniera battezzando il video “The Show That Never Happened”.

Insomma, diverse prospettive sostituiscono una singola affermazione: diversi creativi a livello globale interpretano molteplici visioni. Diversi punti di vista per una collezione che propone una miriade di interpretazioni dell’uomo e della donna Prada, questo raccontano i cinque capitoli, a loro volta interpretati da cinque image maker e artisti. Una vera e propria conversazione. Terence Nance, Joanna Piotrowska, Martine Syms, Juergen Teller e Willy Vanderperre propongono ognuno un film che cattura un aspetto della collezione Prada, distinta e definita nella sua affermazione creativa e ideologica, un proprio punto di vista su Prada. La tradizionale sfilata di moda, dove ogni osservatore ha il proprio punto di vista fisico e ideologico sulla collezione, con le proprie opinioni e le proprie osservazioni. Il progetto riflette anche la realtà di questa presentazione digitale di Prada: una realtà apparentemente divergente ma vista da molti, questa volta nel proprio ambiente, nel proprio tempo, nel proprio mondo. Rappresenta un abbraccio e una celebrazione di questa molteplicità - quando le persone non possono entrare in comunione tra loro, possiamo creare un modo di fare comunità diverso, uniti da idee, obiettivi e convinzioni. L’attenzione viene richiamata sugli indumenti - abiti semplici con un uso e un valore, una longevità e un posto nella vita delle persone.

La collezione di Prada Multiple Views 2021

Quando i tempi diventano più complessi, suggerisce con forza Miuccia Prada, gli abiti diventano semplici, non ostentati, “macchine” per vivere e strumenti per l’azione e l’attività. La collezione si concentra sulla quintessenza di Prada, sul significato. Come indossare gli abiti, dove e perché. Spesso i loro significati sono composti e molteplici: i capi, parlando contemporaneamente di abbigliamento sportivo e formalità, di classicismo e futurismo, sono paradossi, collocati in mondi diversi. La silhouette per l’uomo è definita e stretta con manifatture tecnologicamente innovative in nylon Prada e materiali elasticizzati giustapposti al tradizionale abito, tutto assolutamente new minimal e assai d'effetto; per la donna, i tessuti assumono volumi e trattamenti couture. Al contrario, indumenti industrial vengono lavorati con manifatture classiche, pellami, cotoni, taffettà e influenze vere e proprie dell’abbigliamento sportivo contaminano i capisaldi della classicità.

“In questa stagione ci siamo concenrtrati su questa idea: mettere al centro gli indumenti e dare valore ai capi - racconta Miuccia - gli abiti sono semplici, ma col concetto di semplicità come antidoto all'inutile complicazione. Questo è un momento che richiede una certa serietà, un momento per pensare e riflettere sulle cose. Cosa facciamo, a cosa serve la moda, qual è il contributo he la moda può dare a una comunità?”, si interroga la stilista che ha rivoluzionato l'abbigliamento come pochi altri designer, in totale conversazione col mondo e coi suoi protagonisti.

Abiti che vivono con la vita delle persone e mai viceversa, abiti che hanno un posto nella vita delle persone, come la camicia bianca che per lei e per lui è un capo icona del guardaroba, eterno. Tutto appare semplificato all'essenziale tanto da evocare un New Minimal mai tanto salvifico. Purezza e radicalismo di stile, rigore gioioso, leggerezza e dinamismo in questa Prada post pandemia. Scattato negli spazi immensi e concettuali della Fondazione Prada il video per la prossima estate racconta una cultura della moda finora sconosciuta, uno stile che intreccia passato, presente e futuro.

La collezione Prada Multiple Views 2021