Giovedì 25 Luglio 2024

Quando arriva il freddo? E’ alle porte. Previsioni meteo: nelle prossime ore cambia tutto

Graduale cedimento dell’anticiclone africano. Entra in scena l’azione combinata di una circolazione depressionaria in avanzamento dall’Iberia e di correnti più fredde in arrivo da Nord Est. Le conseguenze: piogge abbondanti e crollo termico

La situazione meteo della prossima settimana (3bmeteo)

La situazione meteo della prossima settimana (3bmeteo)

Roma, 13 ottobre 2023 – Tutto confermato: l’estate di ottobre ha le ore contate. I primi segnali di un’inversione di rotta si registreranno già nel weekend, poi da lunedì l’autunno dilagherà sull’Italia con un crollo delle temperature e abbondanti piogge. 

Le forze in campo

Il graduale cedimento dell'anticiclone africano cederà il passo al ciclone atlantico, spiega Antonio Sanò, fondatore del sito ilMeteo.it. Manuel Mazzoleni di 3bmeteo sottolinea che “la nostra Penisola risentirà dell’azione congiunta di una circolazione depressionaria in avanzamento dall’Iberia e di correnti più fredde in arrivo da Nord Est, pilotate da un robusto campo di alte pressioni in rinforzo tra l’Europa centrale e i Paesi Scandinavi”.

Le ultime ore dell’estate

Per oggi e domani – afferma ilMeteo.it – il tempo sarà ancora stabile, prevalentemente soleggiato su gran parte delle regioni e ancora caldo, specie al Centro Sud e al Nord Est, con temperature massime sempre attorno ai 27-30 gradi.

Se vuoi iscriverti al canale di WhatsApp di Qn clicca qui.

La prima inversione di rotta

Ma le cose inizieranno a cambiare appunto nel corso di domenica. Il 15 ottobre l'ingresso di aria più fresca dai quadranti nord orientali favorirà lo sviluppo di rovesci o temporali che dal Friuli Venezia Giulia si porteranno poi su Veneto ed Emilia Romagna. Nel contempo venti più umidi di Libeccio raggiungeranno la Toscana settentrionale, anche qui con piogge e temporali, in arrivo anche su Marche e Umbria in serata.

Il crollo delle temperature

Questi saranno i primi segnali di un primo cedimento dell'anticiclone. Con l'inizio della prossima settimana il tempo cambierà ulteriormente. Se al Nord i venti freschi faranno calare sensibilmente le temperature anche di 15 gradi (di giorno non si andrà oltre i 14-16 gradi) il Centro sarà interessato da un primo fronte perturbato pilotato dal ciclone atlantico che dalla Spagna si avvicinerà minacciosamente all'Italia. Il Sud invece sarà ancora protetto dall'anticiclone e quindi continuerà a vedere un tempo stabile e soleggiato.

I giorni del maltempo

“Per quanto concerne le piogge -  dice Mazzoleni – le precipitazioni più intense sono attese tra lunedì 16 e martedì 17 al Centro, tra mercoledì 18 e giovedì 19 anche al Nord con rischio locali nubifragi su Liguria, Tirreniche settentrionali, Alpi e Prealpi. Si tratta comunque di una linea di tendenza generale; per ulteriori dettagli seguiranno aggiornamenti”.

La mappa di 3bmeteo