Meteo, in arrivo il freddo russo
Meteo, in arrivo il freddo russo

Roma, 17 settembre 2019 - Le previsioni meteo parlano chiaro: godetevi queste ore di caldo settembrino, perché da domani, mercoledì 18 settembre 2019, l'autunno entra nel vivo. L'arrivo di aria fredda dalla Russia porterà temporali e un brusco calo delle temperature prima del nuovo, deciso, miglioramento atteso per il weekend. A prevederlo sono gli esperti del sito ilmeteo.it, secondo cui - dopo l'apice, previsto per oggi, di questa ondata di caldo fuori stagione - lo scenario muterà radicalmente tra domani e dopodomani prima al nord e poi al centro: l'aria fredda contrasterà con quella più calda preesistente, dando origine ad una prima fase temporalesca.

Aggiornamento 2/ Breve tregua, maltempo nel weekend

Aggiornamento / Torna la grandine: le aree a rischio

Previsioni del tempo

In particolare, già mercoledi' mattina il peggioramento colpirà  il Triveneto, l'Emilia Romagna e la Lombardia orientale. E con il passare delle ore il quadro meteo evolverà anche nel resto del nord in temporali e grandinate a carattere sparso. Giovedì rovesci, temporali e grandinate investiranno le Marche, l'Abruzzo, il Molise e - in serata - la Puglia. Piogge abbondanti e improvvise anche su Toscana (specie centro-meridionale) e Lazio (Roma compresa). Oltre ai temporali è atteso un importante crollo delle temperature. Le regioni dove si avvertirà maggiormente questa discesa dei termometri saranno quelle settentrionali e gran parte del versante adriatico, dove si potranno registrare fino a 8/10 gradi in meno rispetto ai valori attuali. A Milano, nei prossimi tre giorni, le minime scenderanno fino a 12 gradi senza superare mai i 24 di massima. Stesse massime per Bologna dove l'escursione termica, però, sarà ancor più decisa: si arriverà infatti a toccare i 10 gradi di minima fino a venerdì. I picchi massimi a Roma si attesteranno intorno ai 28 gradi e si scenderà fino ai 15, mentre a Napoli si riscontreranno le medesime massime, ma con delle minime più benevole, che oscilleranno tra i 17 e i 21 gradi. Palermo si manterrà in un range di temperature più miti con punte di 29 gradi e minime di 20 nei prossimi giorni, stesso copione anche a Cagliari. 

Trend confermato anche dagli esperti di 3B Meteo.

Autunno, le tendenze

Gli esperti de IlMeteo.it hanno esaminato indici, mappe e statistiche per tracciare i trend meteo di questo autunno 2019. "Ottobre potrebbe risultare un mese più lineare, caratterizzato dall'ingresso concreto dell'autunno, per l'arrivo di una serie di perturbazioni organizzate fin verso il Mediterraneo. Con i mari ancora molto caldi (il Tirreno attualmente misura una temperatura superficiale di ben 27°C) è molto probabile la nascita di vortici ciclonici mediterranei che potrebbero dar luogo a fenomeni intensi, anche alluvionali nel caso peggiore. In conclusione il prossimo mese potrebbe essere molto piovoso, sia pure in un contesto climatico abbastanza mite, a causa di venti che soffieranno per la maggior parte dai quadranti meridionali. Novembre invece potrebbe portare delle grosse novità, sia pure non da subito. Secondo gli ultimi aggiornamenti modellistici, l'ultimo mese dell'autunno meteorologico vedrebbe inizialmente un lento, ma costante, calo delle temperature, per l'ingresso temporaneo di refoli freschi provenienti di origine nord-europea, con piogge intervallate a giornate soleggiate e fresche. Ma sarà nell'ultima decade che ci aspettiamo le vero sorprese. Un repentino raffreddamento del comparto russo potrebbe far arrivare anche sul Mediterraneo (e quindi sul nostro Paese) aria gelida in grado di provocare precoci nevicate a bassa quota al Nord, addirittura al piano al Nordovest." Si ricorda sempre che si tratta semplicemente di una tendenza a lungo termine che, per quanto completa, necessiterà di conferme aggiornate. 

Vediamo ora cosa ci aspetta nel dettaglio già da domani sulla base delle previsioni dell'Aeronautica Militare. 

Meteo Mercoledì 18 settembre

Nord: cielo in generale molto nuvoloso o coperto, con rovesci o temporali diffusi, al mattino sulla pianura padana centrorientale, Liguria ed aree alpine del Piemonte, ma in estensione pomeridiana, al resto del nord, anche con fenomeni di forte intensità, in successiva parziale attenuazione serale. Centro e Sardegna: sulla Sardegna cielo sereno o poco nuvoloso, salvo velature in transito mattutino. Su Toscana, Umbria e Marche copertura nuvolosa in aumento con precipitazione sparse, più insistenti e diffuse su queste ultime due regioni. Sul resto del centro cielo da parzialmente a molto nuvoloso, con rovesci o temporali sparsi, tendenti a divenire diffusi dalla serata. Sud e Sicilia: cielo in generale poco nuvoloso o velato, con le nubi compatte che tenderanno a formarsi in serata su Molise e Puglia garganica, accompagnate da rovesci o temporali sparsi.

Previsioni giovedì 19 settembre 

Nord: molte nubi sulle aree alpine e prealpine, con rovesci o temporali sparsi, in generale di debole intensità; bel tempo sul resto del settentrione. Centro e Sardegna: al mattino cielo molto nuvoloso sulle regioni peninsulari e sulla Sardegna orientale, con rovesci o temporali da sparsi a diffusi; cielo poco nuvoloso o velato sul resto del centro. Dal pomeriggio diradamento della nuvolosità compatta, e attenuazione dei fenomeni, su Toscana, Umbria e Marche,e dalla serata anche sull'Abruzzo. Sud e Sicilia: molte nubi sul settore peninsulare, con rovesci o temporali diffusi; cielo in generale velato sulla Sicilia. Temperature: minime in diminuzione al nord e sulle regioni centrali adriatiche, in aumento su quelle tirreniche peninsulari e sulla sicilia, stazionarie altrove; massime in aumento sulla pianura padana centrorientale, stazionarie lungo le aree costiere tirreniche, ioniche e sulle due isole maggiori, in diminuzione anche sensibile altrove.

Venerdì 20 settembre 2019

Ancora precipitazioni sparse a carattere di rovescio o temporale su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia ma in attenuazione già dalla tarda mattinata, prima di un deciso miglioramento serale con ampi sprazzi di sereno. Sul resto del paese cielo sereno o poco nuvoloso, ad eccezione di annuvolamenti compatti su rilievi alpini centroccidentali e Sardegna orientale con associati occasionali rovesci.