Previsioni meteo
Previsioni meteo

Roma, 18 settembre 2019 - Bentornato autunno, con il meteo che vira verso il freddo. E le previsioni che parlano chiaro: l'ondata di aria gelida dalla Russia è solo un assaggio, dopo il super-caldo dell'inizio settimana: mentre sull'oceano Atlantico si aspetta con preoccupazione l'arrivo dell'uragano Humberto, anche da noi è ormai imminente una nuova sventagliata temporalesca con annesso tracollo termico. Addirittura si parla di nubifragi e grandine.

Aggiornamento: breve tregua, maltempo nel weekend

Gli esperti de IlMeteo.it si concentrano sul fine settimana, che non sarà, dicono, "totalmente tranquillo", soprattutto nel finale: una nuova perturbazione si avvicinerà al nostro Paese, provocando diverse precipitazioni anche se sabato 21 settembre l’anticiclone delle Azzorre riuscirà temporaneamente a imporsi su gran parte dell’Italia, regalandoci il sole su tutto il Paese (tranne che in Sicilia, dove sono attesi temporali nel pomeriggio). E di conseguenza le temperature sono previste in graduale ripresa, con punte massime intorno ai 27° al Centro-Sud.
Un po' più pessimisti i meteorologi di 3Bmeteo, secondo i quali un fronte freddo in discesa dal Nord Europa si sta già riversando sulle regioni settentrionali distribuendo i primi fenomeni temporaleschi in estensione da est verso ovest.

Grandine e Bora, dove e quando

Nelle prossime ore, avvertono gli esperti de ILMeteo.it, i nuclei temporaleschi tenderanno a svilupparsi, trasformandosi in violenti temporali carichi di forti rovesci e grandine che potranno colpire diverse regioni.
I venti freddi di Bora contrastano con il caldo umido preesistente forniscono ulteriore energia allo sviluppo di temporali che si abbatteranno dapprima proprio su Veneto ed Emilia Romagna per poi proseguire il loro cammino verso la bassa Lombardia e gran parte del Piemonte. Questa fase temporalesca proseguirà per tutto il corso del pomeriggio e della sera, quando l'ingerenza dei rovesci temporaleschi raggiungerà le aree adriatiche del Centro, parte della Toscana, l'Umbria e il Lazio. Attenzione alla possibilità di forti temporali e grandinate anche a Roma.
Successivamente, forte attenzione dovrà essere prestata a basso Piemonte, Emilia Romagna, Veneto e ancora a tutta l'area adriatica e alle zone interne del Centro, settori dove i temporali potrebbero proseguire per tutto il corso della notte, con coinvolgimento anche del Molise e della Puglia garganica.

Previsioni del tempo giorno per giorno

Entro stasera, dicono gli esperti di 3Bmeteo, il maltempo comincerà a intensificarsi in modo più vistoso al Nord, con piogge e temporali in estensione da est verso ovest, più frequenti tra Prealpi e alte pianure. Piogge e temporali sul settore lombardo-veneto e su Emilia ed ovest Piemonte. Sul resto d'Italia il tempo si manterrà stabile e in prevalenza soleggiato o parzialmente nuvoloso.
Per domani, giovedì, si attendono aperture al Nord a partire dal Triveneto, ancora nubi altrove con residue piogge su basso Piemonte ed Emilia Romagna ma con tendenza a schiarite nella seconda parte della giornata. Inizialmente instabile al Centro con piogge e temporali soprattutto sulle regioni adriatiche, anche forti, ma si esauriscono i fenomeni tra pomeriggio e sera a partire da Toscana e Marche con tendenza a schiarite. Qualche piovasco sulla Sardegna orientale. Al Sud prime piogge al mattino su alta Puglia, Molise, alta Campania, localmente su ovest Sicilia, poi peggiora sul resto della Puglia con piogge e temporali localmente forti e qualche fenomeno fin su Basilicata, alta Calabria ed ovest Sicilia.
Venerdì invece il tempo migliora su tutto il Centro-Nord ma anche su gran parte del Sud peninsulare. Gli ultimi rovesci si attardano su Sicilia ionica e bassa Calabria, attenuandosi in serata. Nel weekend si registra una pausa stabile sabato, ma il meteo tende a peggiorare domenica a partire da Nordovest e alto Tirreno per l'ingresso di una perturbazione atlantica.

Piogge e temporali nel weekend

Stando a ILMeteo.it domenica 22  un fronte atlantico si avvicinerà all'Italia, provocando già dal mattino piogge e anche qualche temporale, in particolare su Valle d'Aosta, Piemonte e Liguria di Ponente. Successivamente le precipitazioni raggiungeranno anche la Liguria di Levante, i litorali della Toscana, la Sardegna orientale e, entro sera, la Lombardia, l’Emilia, il resto della Toscana e l’alto Lazio. Tra Liguria di Levante e la Toscana settentrionale i fenomeni potrebbero anche risultare di forte intensità, con pericolo di nubifragi e grandine.
Piogge e temporali si sposteranno poi verso oriente, concentrandosi al Nordest tra la serata di domenica e la notte su lunedì 23. Lungo i litorali tirrenici soffieranno anche forti venti meridionali di Scirocco, con moto ondoso in aumento sui bacini interessati fino a mare molto mosso.
Sul resto dell'Italia, invece, la protezione dell’anticiclone garantirà una maggiore stabilità atmosferica con prevalenza di sole e valori termici più che gradevoli.