Martedì 28 Maggio 2024
RITA BARTOLOMEI
Meteo

Ma è davvero un caldo record? Ecco i picchi imbattuti in Italia e in Europa

Mercalli: “Di caldo si muore”. I dati choc del 2003 e dell’anno scorso. Che cosa serve per capire la tendenza

Caldo: i due record imbattuti

Caldo: i due record imbattuti

Roma, 17 luglio 2023 – Sotto l’effetto di Caronte e della tempesta di calore africana (hot storm), in attesa del picco di domani martedì 18 luglio, tutti ci chiediamo: ma ha mai fatto così caldo?

Quando finisce il caldo record: ultime previsioni

Approfondisci:

Caldo record e ipertensione, cosa fare e quali cibi evitare. I consigli del cardiologo

Caldo record e ipertensione, cosa fare e quali cibi evitare. I consigli del cardiologo

Caldo, i record storici imbattuti

"Al momento resistono due record giornalieri imbattuti – chiarisce Luca Mercalli, meteorologo e divulgatore scientifico -. L’11 agosto 2021 a Siracusa si registrarono 48,8 gradi, la temperatura più alta nella storia d’Italia ma anche d’Europa. Quattro anni prima, il 4 agosto 2017, si erano toccati 43 gradi a Forlì, record per la pianura padana anche se quell’estate non è stata la più calda”.

Caldo: i due record imbattuti
Caldo: i due record imbattuti

"Media del mese e picchi giornalieri”

Perché, avverte Mercalli, “i parametri da analizzare per un dato che abbia un fondamento serio devono essere almeno due: la temperatura media del mese e il picco giornaliero. E naturalmente per avere un’idea precisa di luglio dobbiamo aspettare la fine del mese”.

Approfondisci:

Ma è davvero un caldo record? Ecco i picchi imbattuti in Italia e in Europa

Ma è davvero un caldo record? Ecco i picchi imbattuti in Italia e in Europa

L’ondata eccezionale del 2003

Al momento abbiamo una previsione: entro domenica 23 luglio in diverse città si potrebbero superare anche di 5 gradi le temperature già infernali del 2003. Rivediamo allora quella serie che è rimasta storica. Partendo da Roma. Già domani nella capitale si potrebbe arrivare a 42°, 4 in più di vent’anni fa. Poi: la lingua di fuoco africana si sentirà particolarmente a Bari, che nel 2003 registrò una massima di 38,2 gradi, oggi quel valore pare persino moderato perché ci prepariamo ai 43°. E rischia di avvicinarsi al record del 2021 Siracusa, si prevedono infatti 47 gradi. Torrida anche la provincia di Cagliari, con possibili 46 gradi a Decimomannu (nel 2003 erano stati 41,6°).

Di caldo si muore

Mercalli, che parla al telefono da 1.650 metri in montagna -”qui ho 24 gradi, mi sono attrezzato” – ricorda: “Di caldo si muore. I dati dell’estate 2022, la seconda più calda della storia italiana dopo quella del 2003 ma in Europa la prima, ci dicono che i morti sono stati 61.000 in tutto il continente, 18.000 nel nostro Paese. Mentre stiamo parlando, ci sono 100 persone che vanno al pronto soccorso e muoiono. Quasi sempre si tratta di anziani. Forse dovrebbe essere previsto un bollettino, come abbiamo fatto per il Covid.  La sovramortalità di quest’estate la conosceremo tra qualche mese, tra novembre e gennaio”.

Record di morti da caldo nel 2003

Nel 2003, ricorda lo scienziato, “i morti da caldo in tutta Europa furono 70.000, in Italia 20mila. Sono preoccupato come un medico che conosce bene l’esistenza delle malattie. Queste cose noi le diciamo da 30 anni”.

I 40 gradi di Milano e Parigi

"Nel 2003 per la prima volta abbiamo avuto 40° a Milano e a Parigi – ricorda Mercalli -. I 70.000 morti di quell’anno infatti si sono verificati soprattutto tra Francia, Spagna e Italia. Dopo, le ondate di calore si sono susseguite ogni 4-5 anni. D’ora in poi saranno sempre più frequenti. Questa è la vera differenza. Ma nel mondo si continua a non fare nulla”. 

I record di Firenze

Conferma Bernardo Gozzini del CNR: “Il 26 luglio 1983 a Firenze si registrarono 42,6 gradi. Qual è la differenza di oggi rispetto a quegli anni? Che dopo un picco di qualche giorno le temperature tornavano nella media stagionale. Ora invece con l’anticiclone africano le ondate di caldo saranno sempre più lunghe e persistenti. Firenze in questo mese di luglio ha già avuto 7 giorni su 17 con temperature sopra i 36°. E probabilmente questo numero è destinato a salire. Fa impressione perché la massima media climatica è di 32 gradi”. 

La mappa del caldo record città per città