Caldo anomalo gennaio 2024, saltano i giorni della merla? Temperature previste e mappa: quanto durerà

Edoardo Ferrara di 3BMeteo: “L’inverno finito? Ecco cosa dobbiamo aspettarci”. Le ricadute possibili sulle colture

Roma, 23 gennaio 2024 – Caldo anomalo a gennaio 2024 già da domani. Nelle previsioni, durerà fino a febbraio. Addio dunque ai giorni della merla, dal 29 al 31 del mese, secondo tradizione i più freddi dell’anno? “Sì, in teoria”, accetta la ‘provocazione’ Edoardo Ferrara di 3BMeteo. Che però subito rimarca: “Stiamo parlando di una linea di tendenza, mancano ancora 7-9 giorni”.

Approfondisci:

Nebbia e sole, anticiclone a due facce. Perché fa più freddo in pianura e quanto dura: le previsioni

Nebbia e sole, anticiclone a due facce. Perché fa più freddo in pianura e quanto dura: le previsioni
Approfondisci:

Zero termico previsto sui 4mila metri per caldo anomalo, Mercalli: “A gennaio come d’estate”

Zero termico previsto sui 4mila metri per caldo anomalo, Mercalli: “A gennaio come d’estate”

Caldo anomalo: da quando

"Da domani mercoledì 24 gennaio l’anticiclone sarà in decisiva espansione per i prossimi 6-8 giorni - è la previsione dell’esperto -. Nella Valle padana dobbiamo aspettarci un deciso peggioramento dell’aria. Accompagnato da nebbie, da giovedì, anche nelle valli del centro, nelle ore più fredde”.

Caldo anomalo: da domani 24 gennaio 2024 fino a febbraio
Caldo anomalo: da domani 24 gennaio 2024 fino a febbraio

Caldo anomalo: le previsioni

Dunque tenendo sempre a mente la parola previsioni ecco cosa possiamo dire. “All’80% – chiarisce il meteorologo – saranno giorni poco invernali, con temperature sopra la media di almeno di 5-7 gradi. Dunque si potrà arrivare a punte di 14-15 gradi. Più di questo non si può dire”.  

La mappa

Ma siamo già fuori dall’inverno?

Ma allora ci possiamo già considerare fuori dall’inverno? O dobbiamo aspettarci la neve a Pasqua? “Non possiamo escludere ondate di freddo tardive – chiarisce Ferrara -. Naturalmente questo potrebbe avere anche ricadute sulle colture”.

Possibili ricadute sulle colture

"Se le temperature sopra la media dovessero protrarsi per un lungo periodo, chiaro che si assisterebbe ad un risveglio vegetativo e a una gemmazione anticipati – è il ragionamento dell’esperto 3BMeteo -. Quindi se anche febbraio dovesse confermare le temperature attese per i prossimi giorni, le piante sarebbero poi più vulnerabili ad un’eventuale ondata di freddo tardiva”.

La mappa del caldo regione per regione

Ma dove si farà sentire soprattutto il caldo anomalo? Ferrara elenca “in particolare le regioni del Nord, del versante tirrenico e la Sardegna”.

Quindi la bolla interesserà soprattutto Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Campania e Sardegna. “Mentre l’estremo Sud e il versante adriatico dovrebbero essere interessati da correnti più fredde, in arrivo dai Balcani”. Questo perché “la bolla anticiclonica è posizionata soprattutto sull’Europa occidentale, tra Spagna, Francia e Italia”.