Venerdì 19 Luglio 2024

Ondata di calore, l’anticiclone africano durerà 15 giorni: breve tregua con temporali poi torna l’afa. Dove e quando

Temperature roventi da Nord a Sud: oggi 13 città da bollino arancione, domani 7 da bollino rosso. Venerdì “break temporalesco” poi ancora caldo con picchi fino a 43 gradi

Roma, 10 luglio 2024 – Giornate bollenti e notti tropicali. L’ondata di calore, con punte superiori a 40 gradi da nord a sud, è destinata a durare ancora per molti giorni, fino a due settimane e oltre secondo gli esperti. Oggi 13 città sono da bollino arancione, domani 7 saranno da bollino rosso, compresa Roma e Trieste. Salvo qualche forte temporale al Nord, dovremo dunque convivere ancora a lungo con l’anticiclone africano, il più intenso, finora, registrato nell’estate 2024.

Caldo africano: il bollettino delle ondate di calore di mercoledì 10 luglio 2024
Caldo africano: il bollettino delle ondate di calore di mercoledì 10 luglio 2024

Picchi fino a 43°, dove e quando

Sul settentrione oggi si registreranno valori oltre i 37° diffusi, rileva Lorenzo Tedici, meteorologo del sito ilmeteo.it. Nelle prossime previsti fino a 38° a Roma, mentre il caldo africano sarà diffuso su tutta Italia, con picchi di  42°-43° attesi tra Sicilia e Sardegna. Solo al Nord-Ovest sono previsti sporadici temporali in montagna, che localmente potrebbero sconfinare più a bassa quota, verso le pianure adiacenti.

La mappa dell’Italia

Venerdì “break temporalesco”

Giovedì sarà una giornata-fotocopia di oggi, mercoledì 10 luglio, con afa e caldo fin dalle prime ore del mattino su tutta la penisola. Mentre una grande novità è attesa per venerdì con un “break temporalesco” che porterà anche forti rovesci al Nord e bloccherà in parte la risalita del caldo infernale. Venerdì 12 luglio una perturbazione atlantica, di passaggio nel cuore dell'Europa, lambirà infatti le Alpi fin dalle prime ore del mattino con temporali sul settore montano di Nord-Ovest. Previsti forti rovesci anche tra le pianure del Piemonte e quelle della Lombardia. Dal pomeriggio altri focolai temporaleschi si sposteranno verso Est, interessando il Basso Veneto, specie dalla sera, e l'Emilia Romagna. Le Alpi vivranno una giornata diffusamente instabile con abbondanti precipitazioni e un temporaneo sensibile calo termico.

Caldo estremo da sabato 13 fino al 25 luglio

Quello di venerdì sarà solo un break prima che l'anticiclone africano torni a farsi sentire ancora più prepotente ed esteso, già da sabato 13 luglio. Al mattino infatti si registreranno gli ultimi refoli di aria instabile con qualche piovasco al Nord, poi da domenica 14 luglio e fino almeno a giovedì 25, il caldo sarà estremo ovunque con l'anticiclone africano: l'alta pressione si espanderà fino all'Ucraina portando circa 10°C in più rispetto alla media su tutto lo Stivale.

Notti tropicali e afa

Se di giorno si boccheggerà in cerca di refrigerio, non andrà meglio la notte. Le previsioni meteo sono impietose: alle giornate afose faranno seguito notti tropicali, con minime che localmente supereranno i 25°C al Centro-Sud. Ma a rendere più pericolosa questa ondata di calore rispetto ad altre in passato sarà l’eccezionale persistenza dell’anticiclone sulla penisola. Purtroppo, avvisano gli esperti, il clima è cambiato e l'Italia, anche nei prossimi anni, si troverà a fronteggiare sempre più spesso queste fasi subtropicali con massime oltre i 40° e minime ben oltre i 25°.