Lunedì 22 Luglio 2024
MONICA GUERCI
Meteo

Allerta meteo: potenti perturbazioni in arrivo sull’Italia. Le aree a rischio

Settimana autunnale: maltempo fino a venerdì al Nord, ma anche al Centro Sud. Martedì 24 ottobre allerta arancione per precipitazioni e nubifragi in Toscana e Liguria

Roma, 23 ottobre 2023 - L’autunno avanza e così il maltempo, due perturbazioni sono in arrivo sull'Italia. “Fino all'ultimo weekend di ottobre, il Paese sarà raggiunto da due perturbazioni con venti piuttosto sostenuti. Il tempo comincerà a peggiorare già nelle prossime ore quando si avvicinerà la prima perturbazione, la più forte”, avverte Antonio Sanò, fondatore del sito iLMeteo.it.

Approfondisci:

Crisi climatica, attivisti di Extinction Rebellion vestiti da Pinocchio bloccano il ministero dei Trasporti: “Benvenuti nel Governo dei Balocchi”

Crisi climatica, attivisti di Extinction Rebellion vestiti da Pinocchio bloccano il ministero dei Trasporti: “Benvenuti nel Governo dei Balocchi”

Per iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui

Le previsioni per i prossimi giorni

Martedì 24 ottobre perturbazione al Nord ed entro sera anche sul Centro tirrenico, come Toscana e Lazio. Le precipitazioni potranno risultare anche abbondanti e sotto forma di nubifragio, specie in Liguria, Toscana, settori alpini e prealpini e sul Lazio. Si rinforzano i venti meridionali con raffiche fino a 70 km/h.

Mercoledì 25 ottobre piuttosto instabile, soprattutto su Triveneto e settore centro-meridionale e con venti tesi di Libeccio (raffiche fino a 80-90 km/h), da giovedì arriverà la seconda perturbazione.

Dopo una prima parte del giorno piuttosto stabile, il tempo peggiorerà dalle Alpi verso le zone pianeggianti settentrionali e sulla Toscana. Questa perturbazione raggiungerà il Sud venerdì. Le temperature si comporteranno in base al tempo e al vento: con piogge e venti meridionali aumenteranno, altrimenti scenderanno. Nei primi giorni della settimana lo Scirocco sarà quasi prevalente, i valori massimi torneranno estivi anche con picchi di 30°C al Sud e sul versante adriatico centrale.

Martedì 24. Al Nord: maltempo. Al centro: peggiora dalla Toscana verso Umbria e Lazio entro sera. Al Sud: nubi sparse, clima anche estivo.  Mercoledì 25. Al Nord: instabile sul Triveneto. Al centro: spiccatamente instabile su Umbria, Toscana e Lazio. Al Sud: peggiora, soprattutto in Campania. 

L'immagine dal satellite dal sito di Meteo Aeronautica
L'immagine dal satellite dal sito di Meteo Aeronautica

La mappa di 3bmeteo

L’articolo prosegue sotto al widget

Allerta arancione in Toscana

Scatta l’allerta arancione per il maltempo in quasi tutta la Toscana per domani, martedì 24 ottobre, ad esclusione delle zone sud-orientali e le isole: per queste è previsto un codice giallo dalle 6 fino alla mezzanotte di martedì. Ad emettere l'allerta la sala operativa della protezione civile regionale per temporali forti e rischio idrogeologico. In alcuni centri le scuole rimarranno chiuse.  Il codice arancione per temporali forti e rischio idrogeologico è valido per tutta la giornata di martedì per tutta l'area nord-occidentale (per la stessa area è stato emesso un codice giallo dalle 20 fino alla mezzanotte di oggi). È inoltre valido dalle ore 11 fino alla mezzanotte di martedì per le zone centro-meridionali (per queste è inoltre attivo un codice giallo dalle 6 fino alle 11 sempre di martedì). Per le restanti zone sud-orientali è stato emesso un codice giallo dalle 6 fino alla mezzanotte di martedì.

Dalla serata di oggi, lunedì, possibili temporali sulle zone di nord ovest in estensione nella mattinata di domani sul litorale centro settentrionale. Sempre in mattinata isolati temporali potranno interessare anche il resto della regione. Dal pomeriggio i temporali potranno interessare tutta la regione e in serata risulteranno più probabili sulle province meridionali. I temporali potranno risultare forti, persistenti, e associati a forti raffiche di vento e grandinate. Sempre per oggi rinforzo dei venti di Scirocco con raffiche fino a 50-60 km/h in Arcipelago, sul litorale centro meridionale e sottovento ai rilievi appenninici. Domani inizialmente venti di Scirocco con raffiche fino a 50-60 km/h in Arcipelago, sul litorale centro meridionale e sottovento ai rilievi appenninici, in rotazione a Libeccio dalla tarda mattinata con rinforzi fino a 60-80 km/h su costa e Arcipelago meridionali e sui crinali appenninici. Nel pomeriggio sul restante litorale raffiche fino a 60-70 km/h, altrove deboli o moderati. Oggi mare da mosso a molto mosso a largo e sulle coste esposte al flusso di Scirocco. Martedì, mare molto mosso sui settori a sud dell'Elba e dal tardo pomeriggio anche gli altri settori.

A Firenze pioggia, possibili temporali violenti, rischio idraulico sul cosiddetto 'reticolo minore' che riguarda i corsi d'acqua secondari: in particolare Ema, Mugnone e Terzolle. Le allerte meteo scattano dalle 6 di domani, martedì 24 ottobre fino alle ore 24. In particolare dalle 6 alle 11 di domani è previsto il codice giallo, dalle 11 alle 24 quello arancione. Lo segnala il Centro funzionale regionale (Cfr) nel nuovo bollettino di valutazione delle criticità per la zona che riguarda sia il Comune di Firenze che quelli di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa.

Allerta per temporali in Liguria

Confermata e prolungata da Arpal l'allerta arancione per maltempo che investirà buona parte della Liguria nelle prossime ore. Al via alle 20 di oggi su tutto il territorio, ad eccezione dell'estremo ponente e dei bacini grandi del centro e del levante, si concluderà alle 8 di domani mattina nella zona centrale della regione, che comprende anche Savona e Genova, alle 13 di domani nei bacini piccoli di levante, alle 18 in quelli medi e in quelli grandi (dove inizierà alle 6 di domani mattina). Fine allerta arancione alle 6 di domani nei bacini medi e piccoli dell'entroterra di ponente e alle 13 nei bacini piccoli e medi dell'entroterra di levante. Allerta gialla, invece, dalle 17 alle 20 di oggi in tutta la regione ad eccezione dell'estremo ponente e dei bacini grandi dell'entroterra. Sempre gialla l'allerta nei bacini piccoli e medi a ponente, dalla mezzanotte alle 15 di domani, nel centro della regione dalle 8 alle 15 di domani, nei bacini piccoli del levante dalle 13 alle 18 di domani e in quelli medi e grandi dalle 18 alle 24 di domani. Ancora, allerta gialla dalle 6 alle 15 di domani nei bacini piccoli e medi dell'entroterra di ponente e dalle 20 di oggi alle 6 di domani in quelli grandi. Infine, allerta gialla dalle 13 alle 15 di domani nei bacini piccoli dell'entroterra di levante, dalle 13 alle 18 in quelli medi e dalle 20 di oggi alle 18 di domani in quelli grandi. Si attendono temporali localmente anche molto intensi, che metteranno a dura prova i sistemi di smaltimento delle reti fognarie e gli alvei di alcuni corsi d'acqua

Temporali e mareggiate in Friuli Venezia Giulia

Una allerta meteo di color giallo è stata diramata dalla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, valida per l'intera giornata di domani 24 ottobre e fino a mercoledì mattina, a causa delle piogge, dei temporali e delle possibili mareggiate attese nelle prossime ore. Sulla zona occidentale e sulla costa saranno quindi probabili piogge intermittenti da moderate ad abbondanti; sulla zona montana e sulla fascia centro-orientale della regione piogge intense, più continue, anche temporalesche. Probabili piogge molto intense sulle Prealpi Giulie e non si escludono forti piogge stazionarie anche dalla pianura udinese alla fascia collinare orientale. Sulla costa soffierà vento da sud moderato o sostenuto che girerà a Libeccio in serata; vento da sud-ovest sostenuto in quota sulla zona montana. Possibili mareggiate sulle coste esposte tra Lignano e Grado. Mercoledì al mattino sarà possibile acqua alta sulla costa; previste piogge sparse in genere abbondanti, più continue sulla fascia orientale, con qualche rovescio e qualche temporale.

Nuova perturbazione tra giovedì e venerdì

Almeno due rapidi fronti in transito sull’Italia tra giovedì e venerdì. Incanalato in un intenso flusso umido occidentale di matrice atlantica, un nuovo fronte raggiungerà le Alpi occidentali già nella serata di mercoledì. Giovedì sfilerà velocemente verso le regioni centro-meridionali interessando direttamente quelle del versante tirrenico, con piogge e rovesci dal Levante Ligure verso sud, fino alla Calabria e alla Sicilia settentrionale. Data la rapidità della successione dei fronti il tempo sarà già in miglioramento al Nord, mentre le regioni del versante adriatico non verranno coinvolte, rimanendo sottovento alla dorsale appenninica, con clima asciutto, ampi spazi soleggiati e miti raffiche di Garbino in caduta dalle vallate appenniniche.

Giovedì 26. Già tra il pomeriggio e la sera l'ennesimo fronte atlantico raggiungerà il Nordovest, determinando la ripresa di piogge e rovesci a partire dalle Alpi occidentali, in estensione a quelle orientali e a Lombardia e Triveneto entro la notte successiva. Fenomeni probabilmente sporadici interesseranno Nordovest ed Emilia Romagna, con tendenza a miglioramento già dalle prime ore della giornata e con ampie schiarite in rapida estensione al Nordest.

Venerdì 27. Il fronte scivolerà rapidamente al Centro-Sud, determinando venerdì piogge e rovesci prevalentemente sulle regioni tirreniche, tralasciando invece quella adriatiche che ancora una volta rimarranno sottovento all'Appennino, con conseguenti venti di Garbino. Il movimento rapido del fronte favorirà un miglioramento già in giornata anche sull'alto Tirreno, con schiarite in estensione verso sud. Il clima si manterrà tutto sommato mite, con tendenza ad ulteriore rialzo termico venerdì, quando sulle regioni adriatiche, ioniche e sui versanti orientali delle isole maggiori si potranno raggiungere valori anche di 26/27°C e localmente oltre.