Senza organizzazione un weekend con i bambini è un rischio - foto alija istock

Partire con i figli richiede organizzazione. Non solo perché esiste una legge non scritta che sostiene che più i bambini sono piccoli più il loro bagaglio è grande, ma anche perché è facile, nel caos pre partenza, dimenticare capi o accessori utili a casa. Ecco i nostri consigli per la valigia perfetta in vista di un ponte o di un qualsiasi weekend lungo estivo.


LA LISTA

La preparazione è fondamentale. Nei giorni precedenti alla partenza appuntatevi una lista di tutto ciò che vi serve dividendola in 4 categorie: abbigliamento (t-shirt, maglioni, pantaloni, gonne, intimo, pigiama), accessori (scarpe, cinture, cappelli, costume da bagno ecc), beautycase (creme, prodotti per l’igiene, spazzolino e dentifricio, cotton-fioc, pannolini), giochi.
Poi dividete la lista in 3 colonne: pronto, da lavare, da acquistare, così da potervi organizzare con lavatrici e shopping e non ritrovarvi con capi sporchi necessari per il viaggio la sera prima.


QUANTI CAPI PORTARE?

Le mamme solitamente esagerano con la quantità di capi e accessori che mettono in valigia per i figli, soprattutto quando si tratta di viaggiare con un bebé. Il timore che possano avere freddo o caldo o che si sporchino facilmente e quindi necessitino di più cambi è comune.
Cercate sempre di razionalizzare il bagaglio in base ai giorni in cui starete via e ricordate che, se non avete in programma uscite o occasioni particolari, l’abbigliamento sportivo è quello migliore per i bambini durante le gite.
Se temete che i capi non bastino potete portare con voi un flaconcino da viaggio di detersivo per lavare a mano. Basterà sciacquare velocemente intimo e t-shirt macchiate e lasciarle asciugare durante la notte per averle pronte la mattina successiva.


SE IL BIMBO È PICCOLO, LA BORSA DEL CAMBIO
Pannolini, salviette, biberon, ciuccio, fasciatoio o telo per il cambio, uno snack, un bavaglino, un cambio completo: ecco tutto ciò che dovrete tenere sempre a portata di mano se avete un figlio piccolo.

I FARMACI
Soprattutto se la destinazione del vostro viaggio è all’estero, è indispensabile avere con sé i medicinali utili per il bambino. Vi consigliamo di chiedere al pediatra quali siano quelli adatti a vostro figlio e vi suggeriamo di tenere sempre con voi uno sciroppo a base di paracetamolo e un termometro, in caso di febbre, uno stick per le punture d’insetto, cerotti e disinfettante.


LE ATTIVITÀ PER IL VIAGGIO
Che partiate con l’auto o l’aereo, è fondamentale avere con sé qualcosa per intrattenere i bambini, di qualsiasi età. Qualche esempio? Giochi e colori per i più piccoli, libri, musica e mazzi di carte per i più grandi. Lo stesso vale per i momenti “morti” della vacanza, come i pranzi al ristorante. Avere con sé carta e un astuccio di pastelli, oppure dei libri interattivi o ancora macchinine e pupazzi è indispensabile per intrattenerli e vivere in piena tranquillità il momento del pasto. Per i trasferimenti lunghi, un computer o un tablet su cui vedere un film non è poi una cosa da trascurare.



GLI ACCESSORI UTILI
Cos’altro vi servirà? Senz’altro passeggino e seggiolino auto (sapete che potete anche imbarcarlo gratuitamente con quasi tutte le compagnie aeree?). Utili ma non indispensabili anche un marsupio o una fascia portabebè e il riduttore per la sedia (o una di quelle seggioline che si agganciano al tavolo), così da essere pronti a pranzare ovunque. Se siete nella fase dello svezzamento vi serviranno anche thermos, piattino e cucchiaio.