Quando ti è capitata un'ospite così, dedicarle una stanza è il minimo: il Lexington Hotel di New York ha da poco inaugurato la suite Norma Jeane, nella quale Marilyn Monroe visse per un breve periodo nel 1954. Per chi non lo sapesse, Norma Jeane Mortenson era il nome di nascita della diva.

LA STANZA DOVE VISSE MARILYN
Marilyn e il secondo marito, la star del baseball Joe DiMaggio, scelsero il Lexington Hotel come loro residenza temporanea mentre lei stava girando 'Quando la moglie è in vacanza' in città. L'iconica scena dell'abito bianco che si solleva sopra la grata della metropolitana, mettendo in bella mostra le gambe dell'attrice, fu filmata proprio nei pressi dell'hotel, qualche isolato più su all'incrocio fra Lexington Avenue e la 51a Strada, di fronte a duemila persone assiepate per ore intorno al set. DiMaggio, geloso e possessivo, la prese malissimo e il già traballante matrimonio con la star finì poco dopo.

UNA SUITE DA DIVA
La suite è stata interamente rinnovata ispirandosi ai suoi ospiti più celebri nei dettagli e nei colori: bianco, nero e cipria, con tocchi di rosso qua e là che richiamano il rossetto preferito dell'attrice. Sulle pareti e sui mobili spiccano foto della coppia; nel portaombrelli c'è una mazza da baseball Louisville Slugger come quella che usava DiMaggio, nell'armadio le borse da shopping di Bloomingdale's, i grandi magazzini preferiti di Marilyn. Il mini appartamento si estende per 55 metri quadri ed è composto da camera da letto, bagno, soggiorno, ingresso con area pranzo e balcone da 20 metri quadrati con vista sui grattacieli di Manhattan. Una notte nella suite Norma Jeane costa 1200 dollari.


Leggi anche:
- Buon vino e cucina gourmet sui treni di lusso per Machu Picchu
- Cosa fare a La Graciosa, la nuova isola delle Canarie
- Il sorprendente hotel di Zaha Hadid ha aperto in Cina