L'isola La Graciosa, nell'arcipelago delle Canarie - Foto: bbstanicic/iStock
L'isola La Graciosa, nell'arcipelago delle Canarie - Foto: bbstanicic/iStock
Date il benvenuto a La Graciosa, la nuova isola delle Canarie. Non che sia spuntata dal nulla da un giorno con l'altro, a sorpresa, ma solo nei giorni scorsi è stata ufficialmente riconosciuta come l'ottava isola dell'arcipelago. Separata da Lanzarote da due chilometri di mare, La Graciosa è una lingua di terra abitata da 721 persone, senza strade, remota e affascinante.

LA NUOVA ISOLA DELLE CANARIE
Delle tredici isole che compongono l'arcipelago, finora solo le sette principali godevano appunto dello status di entità autonome: Tenerife, Lanzarote, Gran Canaria, La Palma, Fuerteventura, El Hierro e La Gomera. La Graciosa era rimasta fuori dal novero delle sorelle maggiori, finendo in compagnia delle altre isole e isolette minori disabitate. La campagna per cambiare la situazione, durata anni e promossa dai residenti e dal Partito Popolare, ha finalmente portato al riconoscimento della sua personalità giuridica da parte del governo spagnolo.

UN PICCOLO PARADISO SENZA AUTO
La Graciosa è un'isola vulcanica selvaggia e arida, in gran parte pressoché incontaminata. Non ha un aeroporto: si può raggiungere solo con il traghetto dal porto di Orzola, a Lanzarote. Anche i centri abitati sono giusto un paio, il villaggio di Caleta de Sebo dove si concentrano i negozi, i bar, i ristoranti e i servizi dell'isola, e Casas de Pedro Barba, una manciata di residenze estive con giusto due residenti fissi. Non esistono nemmeno strade asfaltate e i veicoli a motore sono vietati, a parte alcune jeep turistiche: si va in giro a piedi o in bici.

COSA FARE A LA GRACIOSA
I turisti di solito arrivano in giornata e ripartono prima di sera. A molti basta così, ma per godersi davvero La Graciosa bisogna dedicarle qualche giorno, avventurandosi lontano dai bagnanti mordi e fuggi (che poi non sono nemmeno troppo numerosi). Unico problema: trovare posto nelle pochissime strutture ricettive dell'isola non è facile, ma in alternativa c'è sempre uno spartano campeggio gratuito (pure lui a posti limitati).

La sua attrattiva principale sono le spiagge, considerate fra le più belle delle Canarie, e c'è anzi chi dice della Spagna intera: per esempio Playa de las Conchas, Playa de El Salado e Playa de la Cocina, nastri di sabbia spesso semideserti affacciati su un mare color smeraldo. Ci sono diversi ottimi spot per lo snorkeling, il surf e il kitesurf. La Graciosa offre percorsi e sentieri anche per gli amanti del trekking, che possono andare alla scoperta di baie nascoste o esplorare l'interno, salendo fino alla cima del vulcano spento Las Agujas Grandes per ammirare un panorama che lascia senza parole.


Leggi anche:
- I taxi più cari e i più economici delle capitali del mondo
- In crociera con gli zombie (e le star) di The Walking Dead
- Le migliori compagnie aeree secondo i passeggeri