Sarafine vince X Factor 2023, Dargen D’Amico e Fedez: “Morgan, tante belle cose”

L’ex giudice è assente, ma ancora una volta viene tirato in ballo dai colleghi

Sarafine

Sarafine

Sarafine vince X Factor 2023. La 34enne cantautrice, musicista e performer calabrese, concorrente della squadra di Fedez, si è presa di imperio la vittoria del talent show di Sky davanti agli Stunt Pilots, della squadra di Dargen D’Amico, e al Solito Dandy, della squadra di Dargen D’Amico. Nulla da fare per Maria Tomba, concorrente della squadra di Fedez, che si è classificata quarta. Nella serata finale i quattro concorrenti in gara hanno eseguito i rispettivi brani inediti e hanno anche duettato con nomi noti della musica italiana: Sarafine ha duettato con gli Offenbach, Il Solito Dandy con Omar Pedrini, Maria Tomba con Miss Keta e gli Stunt Pilots con

Tutto come da pronostico, quindi, almeno fra i concorrenti. Questa edizione del talent show condotto da Francesca Michielin è stata infatti caratterizzata soprattutto dalle polemiche – Morgan contro Fedez, Fedez contro Morgan, Morgan contro Ambra Angiolini, Morgan contro Dargen D’Amico, Morgan contro Francesca Michielin, Morgan contro la produzione del programma, insomma Morgan contro – che dalla musica. La speranza è che i talenti emersi dal programma possano essere messi al centro di veri progetti come era successo in passato per nomi come quelli di Giusy Ferreri, Noemi, Marco Mengoni, Francesca Michielin.

Le pagelle della finale di X Factor 2023.

Maria Tomba: voto Giano. Performance bifronte: l’inedito è forte ed è veramente suo, le si addice. Il duetto con Miss Keta un po’ meno. Anche perché la presenza scenica di Miss Keta è difficile da eguagliare. Per fortuna Maria Tomba non deve eguagliare nessuno, ma essere solo se stessa. Peraltro, io fossi in lei adesso una telefonatina alla compagna di squadra che la chiamava “pigiamino” la farei. 

Stunt Pilots: voto Animali da palco. Omar Pedrini non si discute, loro invece un po’ sì. L’inedito è veramente forte e questo li salva.

Sarafine: voto Su le mani. Lei ormai è una producer, una vocalist, una qualsiasi cosa. Gli Ofenbach producono, lei fa ballare. Pazzesca. L’inedito merita, la domanda è: l’ascoltereste su Spotify?

Il fratello di Sarafine: voto Curva. “Vai Sara, vai sorella” è ormai da tatuaggio. Se fossimo stati negli anni Novanta, avrebbe potuto tranquillamente prendere il posto del gattino Virgola e di “Adesso ridacci la nostra Gioconda perché siamo noi i campioni del mondo” sui cellulari.

Il Solito Dandy: voto Massì dai. Di Francesco Gabbani ne basta uno. E a volte è pure troppo. Se ci aggiungiamo Il Solito Dandy arriviamo all’originale e alla copia. Anche no, grazie. L’inedito gli si addice e si lascia cantare.

La giuria: voto Tante belle cose. Al netto delle battute che non fanno ridere – e io me ne intendo -, l’unica frase degna di nota di Dargen D’Amico arriva alla fine: “Salutiamo e ringraziamo Morgan”. Gelo fra gli altri due giudici, finché Fedez commenta: “Tante belle cose”. Domanda: era necessario ritirarlo in ballo dopo tutte le velenosissime polemiche di questa edizione?

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro