Giovedì 13 Giugno 2024
CRISTIANA MARIANI
Spettacoli

Pagelle Amici quinta puntata 15 aprile: i top e i flop

L’eliminata è la cantante Federica Andreani

Federica e Ramon di Amici 22

Federica e Ramon di Amici 22

Federica è l’eliminata della quinta puntata del Serale di Amici 22. Ecco come di consueto le nostre pagelle, sempre ironiche, con i voti ai protagonisti del talent show di Maria De Filippi. 

Approfondisci:

Pagelle Amici quarta puntata, i migliori e i peggiori dell’8 aprile: chi può vincere

Pagelle Amici quarta puntata, i migliori e i peggiori dell’8 aprile: chi può vincere

Ramon: voto Tappeto volante. Elegante, leggero e anche sorridente. Inevitabilmente finisce al ballottaggio, d'altro canto manca sempre meno alla finale. Però lui davvero sta dimostrando una grande apertura nei confronti degli altri stili e questo gli va riconosciuto.

Federica: voto Ciclone. Fa ballare tutti, Malgioglio compreso. La sua uscita grida vendetta. 

Angelina: voto Greatest Hits. Quando la fanno esibire con brani adatti alla sua età e alla sua freschezza, la differenza rispetto a tutti gli altri salta agli occhi ancora di più. Sul palco sembra avere la scìolina sotto i piedi talmente sono fluidi i suoi movimenti. Ascoltarla è sempre un piacere.

Aaron: voto Cucciolo. Franco Battiato è inimitabile. Aaron non cerca di imitarlo e gliene va dato atto. Poi però lo ammanta di una teatralità che svuota il testo del suo significato. Malgioglio lo dice e lui si lascia andare a qualche lacrima. Il problema però è chi sceglie le canzoni, non lui che le canta. Anche se potrebbe evitare qualche gorgheggio inutile. 

Wax: voto Prende poco. Ascoltarlo in “Scusate se parlo di Maria” è come quando si parla al telefono con qualcuno il cui cellulare ha poco campo. Solo che nel suo caso è al 100% autotune. L’idea della dedica a Maria De Filippi è carina e tenera, lui è sorridente e simpaticone. Ci provo, sposto la spina dell’antenna: ma è proprio la sua voce ad avere il segnale disturbato. Un po’ meglio su “Raffaella è mia”, anche se la infarcisce di una fretta alla Gianburrasca che Tiziano Ferro non aveva. Però più godibile senza dubbio rispetto al primo brano.

Mattia: voto Acrobatico. Su ‘Twist and shout’ è un mix fra John Travolta e un quadro svedese di figure improponibili per noi comuni mortali. Estremamente settoriale, ma anche estremamente preparato.

Isobel: voto Ci fai volare. Sul Guanto di sfida musical è perfetta: balla, canta e se le dessimo anche da declamare una poesia farebbe pure quello. Sul palco vola ed è talmente magnetica da avere milioni di occhi appiccicati addosso.

Maddalena: voto Le discese ardite e le risalite. E' sempre in mezzo. Suo malgrado. Ogni volta in cui una Maddalena muove un passo di Africa, una Alessandra Celentano critica dall'altra parte del mondo. Purtroppo per la maestra, però, Maddalena non solo regge il confronto con tutto e tutti sempre, ma reagisce con una grinta da leonessa e con gli occhi della tigre.

Cricca: voto Cuore di panna. Non è colpa sua: si ostinano a fargli interpretare voci femminili. Da Adele a Beyoncé, non c'è modo di farlo uscire dal pop più pop, quello delle note alte, quello che però fa uscire poco la sua vera identità. Che in realtà saprebbe anche sfruttare le fragilità del suo carattere. In duetto con Angelina è spaziale, ma da solo non riesce ad emergere quanto dovrebbe. Ed è un peccato. A vederlo piangere mi viene voglia di abbracciarlo e dire “Cricchetto, tranquillo. Noi ti vogliamo bene a prescindere”. Maria, fallo tu al posto mio. 

Le polemiche fra Alessandra Celentano ed Emanuel Lo: voto Yaaaaawnnn. Tradotto: sbadiglio. Noia. Sonno. Zzzzzzzz. Sempre le stesse cose. Sempre le stesse frasi. Il mondo della danza sa, ovviamente. Anche noi sappiamo: che non ne possiamo più. Mobbasta.

Michele Bravi: voto Cerchiobottismo. Sono tutti bravissimi per lui. Sono tutti artisti, tutti fantastici, tutti fenomeni. Noia, come sopra.