Martedì 25 Giugno 2024
CRISTIANA MARIANI
Spettacoli

Ascolti tv Isola dei Famosi 2024, i rischi dopo la prima puntata

Il surviving show condotto da Vladimir Luxuria è partito con il piede giusto, ma già da giovedì le cose potrebbero cambiare

La prima puntata dell'Isola dei Famosi 2024

La prima puntata dell'Isola dei Famosi 2024

Quella degli ascolti tv della Prima serata di lunedì 8 aprile è stata una contesa testa a testa. I due programmi a contendersi la vittoria della serata a colpi di audience e share sono stati la fiction 'Il clandestino' di Raiuno e surviving show Isola dei Famosi su Canale 5. Chi ha vinto?

Il dato può essere infatti visto da due angolazioni: quella dell'audience e quella dello share. Dal punto di vista dell'audience media della serata ad aver vinto è stato il surviving game di Canale 5 con il 20% a una media di 2 milioni 602mila spettatori. Media più bassa rispetto a 'Il clandestino': la fiction di Raiuno con Edoardo Leo ha fatto registrare il 19,6% di share e ben 3 milioni 581mila telespettatori di media. Quasi un milione di teste in più rispetto al programma condotto da Vladimir Luxuria.

L'anno scorso l'ultima edizione dell'Isola dei Famosi targata Ilary Blasi aveva fatto registrare il 23% di share e due milioni 900mila spettatori di media. La prima condotta da Vladimir Luxuria ha quindi soddisfatto, ma non del tutto.

Il rischio a questo punto è che la prima puntata risenta dell'effetto novità e che da questo 20% si possa soltanto scendere. Anche perché il cast non sembra per ora essere particolarmente roboante.

D'altro canto, per cercare di cambiare i gusti di un pubblico abituato ad anni - e l'ultima edizione del Grande Fratello non ha di certo aiutato - di trash, esagerazioni, polemiche, amori costruiti a tavolino in maniera grossolana, cadute di stile a ogni pie' sospinto, serve tempo. E anche l'accettazione del sacrificio di qualche punto percentuale di ascolti tv.

Il sospetto, però, è che i vertici Mediaset possano avere la volontà di partire con il piede giusto, ma poi si piegheranno al "dio Auditel”. E quindi ecco rovinato un altro prodotto potenzialmente buono.