Gazzelle, perché si chiama così e le canzoni più famose

Il cantautore indie è all’esordio assoluto al Festival di Sanremo

Sanremo, 6 febbraio 2024 – Gazzelle partecipa al Festival di Sanremo 2024 in "quota indie", ovvero come esponente di una sorta di corrente musicale e cioè l'indie. "Musica indie" che era nata originariamente con la caratteristica di "indipendente", ovvero decisamente underground e quasi "nascosta" alle etichette discografiche più famose, ma che oggi ha tutto un altro significato.

Fare musica indie oggi, nel 2024, significa non evitare il mainstream ma proporsi al pubblico con un linguaggio un po' più ricercato rispetto a diversi altri generi, come ad esempio la trap, e mostrare anche una profondità di ragionamento e di argomenti differente nelle canzoni.

Gazzelle sale per la prima volta sul palco del Festival di Sanremo
Gazzelle sale per la prima volta sul palco del Festival di Sanremo

Gazzelle è uno dei cantautori della scena indie italiana di maggiore spicco attualmente in circolazione. Chi è però Gazzelle? Flavio Bruno Pardini, questo è il suo vero nome, è nato a Roma - è cresciuto nel rione Prati - il 7 dicembre 1989. Perché ha scelto di chiamarsi Gazzelle? Per una storpiatura, ovvero quella delle scarpe di cult Adidas 'Gazelle'. Aggiungere una "z" è stato un attimo e così ecco il nome d'arte Gazzelle.

La sua canzone più famosa è 'Destri', che si Spotify ha totalizzato quasi 113 milioni di ascolti in streaming. Molto note sono anche 'Non sei tu', 'Sopra' e 'Coltellata', quest'ultima in featuring con Thasup. A proposito di Thasup, una delle canzoni più belle di Gazzelle è 'Tuttecose' con Mara Sattei, sorella proprio di Thasup. L'album che lo ha fatto diventare famoso è stato 'Superbattito' del 2017.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro