Mercoledì 29 Maggio 2024
EVA DESIDERIO
Magazine

Incoronazione Re Carlo III: le pagelle dei look. Kate merita 20. Harry spiazza tutti: 8

La Regina Camilla perfetta nell’abito bianco e oro in broccato, liscio e lineare. William bello, riservanto ed elegante

Il principe William e la principessa Catherine

Il principe William e la principessa Catherine

Londra, 6 maggio 2023 - Nessuna trasgressione vestimentaria all’incoronazione di Re Carlo III. I 2.200 invitati tutti con le carte in regola per l’eleganza e la forma. Famiglia reale al completo, nei binari dell’eccellenza dell’abbigliamento per un’occasione tanto storica e importante. Un mare di mantelli per il re, la regina, i principi, i duchi, ognuno del colore del proprio ordine cavalleresco. Solo Harry col tight firmato Dior by Lim Jones. Molti colori per regine e first lady. Cappelli in delirio, un mare di tese alte o bombate, di fiocchi e velette, poche stranezze però forse in onore al clima meno sfarzoso in generale imposto da Carlo III per questa sua elevazione al trono. Questi le pagelle dei look dei protagonisti della cerimonia di incoronazione di Re Carlo III.

Prima il pranzo, poi il concerto: la prima domenica di festa di Re Carlo III

Carlo III dispiaciuto per la partenza di Harry. Brinda al figlio e al nipote

Re Carlo III: voto 8

Tutto perfetto, tutto per la storia, tutto secondo tradizione, dalla corona sontuosissima al pesante manto di velluto rosso rubino con sopra la cappa di ermellino. Magico Re Carlo III, sempre un po’ paonazzo in viso, fin da giovane. Unica pecca i capelli, lasciati un po’ troppo naturali e quotidiani. Non si poteva ingaggiare un barbiere a corte?

Regina Camilla: voto 10

Bella non è mai stata, anzi da giovane proprio no. Magari simpatica. Ma oggi nel giorno del riscatto da amante poco segreta a Regina d’Inghilterra, questa settantacinquenne d’acciaio appare al naturale e non è niente male. Naturali trucco e capelli, come ogni giorno dell’anno, senza cotonature ed orpelli, meraviglioso il collier di diamanti indossato anche dalla Regina Vittoria nell’Ottocento, perfetto l’abito bianco e oro in broccato, liscio e lineare, che ben si accompagna al mantello pesante come se fosse di pietre di ermellino da favola. Un peso insostenibile che l’ha costretta più volte a fermarsi per rimetterlo in squadra nonostante il gran lavoro delle attempate damigelle anche loro in bianco angelicato. Al balcone è apparsa un po’ stanca, ma chi non lo sarebbe al suo posto?

William, principe del Galles: voto 10

Bello, riservato, elegante, con una famiglia che ti fa sognare. Sempre in regola con tutto e tutti, e poi senza restare per questo antipatico. Un miracolo che si esprime nella divisa divina, nel magnifico portamento, e nel mantello principesco che sovrasta insegne e ordini nobilissimi e arcani.

Catherine, principessa del Galles: voto 20

Ma quale principessa, Catherine come bisognerà ora cominciare a chiamarla perché la sua investitura a regina non sarà più tanto lontana, anzi è già cosa fatto dopo la cerimonia di oggi. E’ lei la bella borghese che come nelle favole ha sposato il principe azzurro che è già regina di cuori per i fans di tutto il mondo che la vedono sempre perfetta e sorridente, come moglie e come madre di quei bambini belli come il sole e pure simpatici. Ha scelto ancora una volta per l’abito da processione all’Abbazia di Westminster Sarah Burton, direttrice creativa del marchio Alexander McQueen, che le ha già realizzato anche l’abito da sposa in quel 29 aprile 2011. Ancora la bravissima Sarah, inglesissima, che sa fare una moda meravigliosamente tradizionale eppure contemporanea. Vestito di crepe di seta avorio e sopra mantello blu royal. Chignon morbido per esaltare i tanti capelli e in testa non una tiara (tra le tante che le spetterebbe indossare per ruolo principesco) ma un’acconciatura a cerchietto di fiori di argento con piccole foglie di cristallo realizzato sempre nell’atelier di Alexander McQueen da Jes Collett: Catherine ha scelto un’acconciatura non un diadema forse per riguardo alla Regina Camilla. Ha indossato però come orecchini le perle appartenute a Lady Diana. Un altro bel colpo d’immagine e mediatico.

La principessina Charlotte del Galles: voto 12

Quasi un clone della mamma Catherine, ma vestita per fortuna da bambina con tanto di scarpette bianche. Soprabito liscio e vestitino da cerimonia, e coroncina in testa quasi come quella della mamma, più un bijoux che un gioiello vista l’età. Sempre per mano al fratellino Louis, un amore di tenerezza tutto di blu vestito!

Principe George del Galles: 10+

Che bel paggetto. Biondo come un cherubino e vispissimo all’ingresso nella Cattedrale, la mano stretta al manto regale del nonno Re Carlo III per alleggerirlo dal terribile peso, insieme ai tre nipoti di “nonna” Camilla. Livrea rosso fuoco e galloni d’oro tutt’intorno, davvero un Piccolo Principe dei sogni.

Harry, duca di Sussex: voto 8

Entra da solo, come un po’ spaesato e raggiunge diretto il suo posto in terza fila il “ribelle” di famiglia che ha scelto di vestire con un abito grigio scuro da cerimonia firmato Dior by Kim Jones. Per ornamento alcune medaglie al merito. Come per dire: non mi invitate sul balcone di Buckingham Palace? Mi negate di poter indossare le uniformi di gala del mio rango. E io vi spiazzo con un abito di vera e moderna couture maschile.

La principessa Anna: voto 9

Bella non è mai stata, figuriamoci vestita in altissima uniforme con cappello nero e pennacchio rosso! Anna, la sorella prediletta di Re Carlo III e la sua confidente, ha guidato il corteo reale a cavallo, lei unica figlia femmina di Elisabetta II, legittimata a indossare l’uniforme militare con i pantaloni, eccezione concessa solo a lei per onorare il suo servizio nell’esercito. Il mantello è di velluto verde dell’Ordine del Cardo (quello di velluto blu del nipote William appartiene all’Ordine della Giarrettiera).

Jill Biden, first lady Usa: voto 5

La dottoressa Jill Biden come in molti chiamano la moglie del Presidente Joe Biden è arrivata all’Abbazia di Westminster come se andasse a una cresima: tailleur azzurro cielo firmato Ralph Lauren, scarpe tacco 10 e pochette semplice e netta. Capelli a caschetto lungo. Nessun cappello in testa, neanche un cerchietto, solo un piccolo fiocco piatto che la intristisce. Ecco, forse un po’ poco e un po’ troppo democratica vista la cerimonia regale alla quale partecipa.

Beatrice, principessa di York: voto 5- -

Con la sorella Eugenie la figlia del ripudiato principe Andrea, figlio prediletto della regina Elisabetta II, e di Sarah Ferguson non ha mai spiccato per eleganza e nemmeno stavolta col vestito sotto al ginocchio. Svasato, taglio impero sotto il seno, e maniche a sbuffo. Una mises che gli regala vent’anni di più.

Re Jigme Khesar Namgchuck e regina Jetsun Pema: voto 11

Per i reali del Bhutan arrivo all’Abbazia con gli abiti della tradizione del loro paese, splendidi e veri . Sono loro senza dubbio gli invitati più chic.

Rania, regina di Giordania: voto 12

Fisico da schianto per la bellissima Rania, eternamente giovane con un abito semplice che però ne esalta le forme del corpo scattante, su décolleté tacco 12. In testa un cappellino a tamburello che ci poteva risparmiare ma la sua seduzione ce la fa perdonare.

Brigitte Macron, first lady di Francia: voto 7

Al braccio del “tenero” marito tutto in blu, Brigitte che si è appuntata i capelli all’indietro in modo un po’ troppo disinvolto prende un discreto voto in chic per abito e soprabito banco latte abbianati. Quando si dice l’allure francese…

Cherie Blaire: voto 4

Più tonda che lunga, dicono in Toscana. Non contenta la moglie di Tony Blair sceglie il bianco per l’abito corto sotto al ginocchio che mette troppo in risalto seno e fianchi giunonici. E poi quella tempesta di fiori in testa! E quei sandali metal!

Letizia, regina di Spagna: voto 10

Tailleur rosa confetto, con pochette e décolleté abbinate, per l’ex giornalista tv diventata regina perché sposa di Filippo VI di Spagna. Una creazione firmata Caroline Herrera. Giacchino stretto con baschina plissettata che mette in luce la figura deliziosa. E grande cappello fin de siécle, come un’immagine femminile dei quadri di Giovanni Boldini.

Kiko, principessa del Giappone: voto 15

Sembra uscita da un’antica stampa del suo Paese la principessa Kiko, delicata come un petalo di fiore di pesco, nel kimono tradizionale, con tanto di calzature infradito con zeppa ricoperta di seta e candido calzino. Obi in vita me-ra-vi-glio-so.

Lady Louise Windsor: voto 8

Una delle nipoti di Elisabetta II, figlia di Edoardo, è forse la più delicata delle ospiti con l’abito longuette bianco a disegni floreali azzurri di Suzannah London, con cappello a piccolo disco volante, giovane e bionda, freschissima e così poco nobile muffosa.

Emma Thompson: voto 9

Non più esile, non più giovane, sempre fascinosa Emma che lascia i capelli biondo-bianchi al vento e alla pioggia e sfoggia un saggio soprabito di raso rosso stampato a grandi rose. Perché la classe non è acqua!

Kathy Perry: voto 7

Omaggio all’eleganza inglese di Vivienne Westwood col tailleur dalla inconfondibile giacca-corsetto per la cantante americana in un delicato tono di lilla. Capello delle grandi occasioni tutto un cerchio volante di tulle e guanti altissimi. Niente male.