Domenica 16 Giugno 2024

Morta Olivia Newton John, l'indimenticabile Sandy di Grease

Uccisa dal cancro a 73 anni. Lo struggente ricordo di John Travolta, suo partner nel musical cult: "Sarò per sempre il tuo Danny"

Olivia Newton-John e John Travolta nel 2018 (Ansa)

Olivia Newton-John e John Travolta nel 2018 (Ansa)

Los Angeles, 8 agosto 2022 - E' morta a 73 anni Olivia Newton-John, indimenticabile Sandy in Grease, la pellicola che nel 1978 lanciò lei e John Travolta nell'olimpo di Hollywood. La notizia della sua scomparsa è stata diffusa dal marito, John Easterling, su Facebook. L'attrice e cantante australiana se n'è andata "serenamente nella suo ranch nel sud della California, circondata da familiari e amici", scrive. Da tempo era malata di tumore al seno.

Sharon Stone in lacrime: per il crac SVB ho perso la metà dei miei soldi

Leggi anche: Tina Turner, nuova tragedia: trovato morto il figlio Ronnie. Ecco cosa sappiamo

Leggi anche: Olivia Newton-John, l'ex compagno scomparso e le foto strazianti di figlia e marito

"Olivia è stata un simbolo di trionfi e speranza per oltre 30 anni - ricorda il marito - condividendo il suo viaggio con il cancro al seno", cominciato nel lontano 1992. Nel suo commiato social Esterling ha anche rammentato l'"esperienza pionieristica" di Olivia con la medicina delle piante, fonte di "ispirazione curativa", che "continua con il Fondo della Fondazione Olivia Newton-John, dedicato alla ricerca sulla fitoterapia e sul cancro". Nata il 26 settembre 1948 a Cambridge, in Inghilterra, Olivia Newton John si era trasferita con la famiglia a Melbourne quando aveva sei anni. 

John Travolta: sarò per sempre il tuo Danny

Struggente il ricordo di John Travolta: "Mia cara Olivia, hai fatto così tanto per rendere le nostre vite migliori. Il tuo impatto è stato incredibile. Ti amo tanto". Poi la promessa: "Ci rivedremo ancora lungo il cammino e saremo di nuovo uniti, di nuovo insieme. Sono sempre stato tuo dal primo momento in cui ti ho vista e lo sarò sempre. Il tuo Danny, il tuo John". 

Grease, la carriera, il cancro 

Olivia Newton John era già celebre come cantante country quando nel 1978 fu scelta accanto a John Travolta per interpretare Sandy, dolce studentessa australiana che negli anni '50 si trasferisce negli Usa e si innamora del ragazzo più popolare della scuola, Danny (alias Travolta). Per conquistarlo abbandona i vestitini bon ton per una tuta in spandex, chiodo e tacchi alti.

John Travolta e Olivia Newton John sulla locandina di Grease (Ansa)
John Travolta e Olivia Newton John sulla locandina di Grease (Ansa)

Dopo Grease, per la giovane Olivia si spalancano le porte di Hollywood. Nel 1980 interpreta un altro film musicale, Xanadu, con Gene Kelly, poi è di nuovo al fianco di John Travolta in Due come noi. Nel mezzo il primo successo planetario da cantante con l'album Psysical. Nel 1988 Olivia Newton John è disco d'oro con un altro 33 giri, The Rumor, a cui collabora anche Elton John. Sempre con Travolta prende parte al video di Michael Jackson, Liberian girl. Nel 1992 il suo Back to Basics è disco di platino.

Ma il 1992 è anche l'anno della prima diagnosi di cancro al seno. A 44 anni Olivia viene sottoposta a una mastectomia totale, poi la chemioterapia. Dopo due lunghi anni di cure torna al lavoro: il suo futuro sarà ancora tempestato di successi. Il tour del '99-2000 negli Usa registra il tutto esaurito. Nel 2000 il ritorno sugli schermi in Sordid Lives, nel 2001 il disco di platino con l'album duetti (da Keith Urban a Billy Thorpe), nel 2006 il disco Grace and Gratitude.   

Nel 2011 Olivia è l'ospite internazionale nel programma televisivo italiano Ti lascio una canzone. Il pubblico torna ad apprezzarla al cinema con Tre uomini e una pecora che partecipa fuori concorso al Festival di Roma: l'attrice australiana veste i panni di una suocera scatenata. Nel 2014 il successo dello show Summer Nights a Las Vegas. Nel 2015 il singolo duettato con la figlia Chloe Lattanzi, avuta dal primo matrimonio con Matt Lattanzi, scala le classifiche fino al primo posto. 

Il cancro al seno ricompare nel 2017 e la costringe a fermare il tour in corso: stavolta il tumore ha metastatizzato al sacro. Nel 2019 la terza diagnosi, stavolta inappellabile. Seguono altri tre anni di lotta, fino a oggi.