Serata di magia martedì sera a Roma, nell’incanto di Palazzo Torlonia, illuminata dai colori delle gemme di Tiffany & Co. per una serata di gala tra arte e musica, per il lancio della collezione Tiffany Jewel Box presentata nella boutique di via dei Condotti 55 dove sarà in vendita fino al 10 agosto. Un universo di colori, e non solo quelli dei mitici brillanti Tiffany, ma anche pietre spettacolari per colore, montate con maestria artigianale da sempre simbolo incontrastato della maison americana da gennaio passata al Gruppo Lvmh di Bernard Arnault. Otto negozi diretti in Italia (2 a Milano, 3 a Roma e uno a Firenze, Bologna e Venezia) e 400 punti vendita nel mondo, Tiffany & Co. da alcuni anni porta avanti una politica ispirata a sostenibilità ed etica, essendo all’avanguardia dell’approvvigionamento responsabile dei diamanti, con il percorso delle pietre certificato così come la lavorazione per contribuire al benessere delle persone e del pianeta. E poi la meraviglia dei colori di tanzanite, acquamarina, morganite, rubellite e spessartite, incastonate nelle cornici d’oro della Tiffany Jewel Box, collezione dedicata alla donna moderna. Gioielli staordinari i cui segreti sono stati svelati da Salvatore Angius, gemmologo di Tiffany, davanti all’ad di Tiffany & Co. per Italia e Spagna Serena De Marte e alla marketing manager per Italia e Spagna Marta Esquius. "Con Tiffany – ha detto Angius – si cambia la storia della gioielleria per esaltare la bellezza delle pietre. Nelle gemme preziose il colore è la cosa più importante e la qualità e la rarità fanno il prezzo". Un dato: di tutti i diamanti del mondo diventano Tiffany solo lo 0,04%.

Eva Desiderio