Foto: Daniel Smith/Universal Pictures
Foto: Daniel Smith/Universal Pictures
Giovedì 8 agosto esce nelle sale cinematografiche italiane il film 'Fast & Furious - Hobbs & Shaw', con protagonisti Dwayne Johnson, Jason Statham, Idris Elba, Vanessa Kirby e Helen Mirren. Il pubblico internazionale l'ha apprezzato e la critica ha sentenziato che è al livello dei migliori capitoli del franchise: gli amanti del genere action troveranno pane per i loro denti.

Fast & Furious - Hobbs & Shaw, tutto sul film

Stiamo parlando del nono film della saga di 'Fast & Furious' e del primo spin-off. Come suggerito dal titolo, al centro della scena troviamo due personaggi introdotti sempre più stabilmente nel corso dei capitoli passati: l'agente federale statunitense Luke Hobbs (interpretato da Dwayne Johnson) e il membro delle forze speciali britanniche Deckard Shaw (Jason Statham).

I due hanno caratteri opposti e si guardano in cagnesco ogni volta che si incontrano, ma un'emergenza internazionale li costringerà ad allearsi: saranno infatti necessari tutti i loro sforzi congiunti per affrontare un cattivo geneticamente potenziato e che minaccia il futuro dell'umanità intera.

Per assicurarsi che le scene d'azione fossero al livello delle attese dei fan (che sono altissime), i produttori di 'Fast & Furious - Hobbs & Shaw' hanno affidato la regia a David Leitch, ex stuntman e regista di film come il primo 'John Wick', 'Atomica bionda' e 'Deadpool 2'. Una garanzia, insomma.

La sceneggiatura è invece stata scritta a quattro mani dal veterano del franchise Chris Morgan, autore dei cinque capitoli precedenti, e dalla new entry Drew Pearce ('Iron Man 3', 'Mission: Impossible - Rogue Nation', 'Hotel Artemis').

Il trailer



Com'è 'Fast & Furious - Hobbs & Shaw', le recensioni

Dopo un inizio interessante, ma non completamente a fuoco, la saga di 'Fast & Furious' ha trovato la giusta misura a partire dal quinto capitolo e ha conquisto il plauso della critica, confermatosi anche in occasione del sesto e settimo. 'Hobbs & Shaw' è stato giudicato all'altezza di questi precedenti, anche se non tanto da risultare il migliore del franchise (che resta il film numero sette).

Lo sviluppo della trama non è dei più raffinati, ma imbastisce in modo efficace l'intelaiatura all'interno della quale mettere in scena sequenze d'azione sopra le righe e zeppe di inventiva, cioè la vera ragione d'essere di questo tipo di prodotto. Il tono da commedia aiuta inoltre a fare chiudere un occhio sulla durata un po' eccessiva (due ore e 17 minuti).

Leggi anche:
- Hotel Artemis, il film con Jodie Foster che cura i criminali
- The Irishman, il trailer del film di Scorsese per Netflix
- Fast Color, la serie TV: le donne ci salvano dal cambiamento climatico