La regina Elisabetta II è un "marchio" internazionale -Foto: ANSA/EPA/FACUNDO ARRIZABALAGA
La regina Elisabetta II è un "marchio" internazionale -Foto: ANSA/EPA/FACUNDO ARRIZABALAGA

Una volta il Regno Unito esportava i Beatles, oggi invece il brand britannico più popolare nel mondo è la regina. Messo a confronto con altri marchi globali legati alle celebrità, quello di Elisabetta II vale più di multinazionali-vip come i Beckham, Beyoncé, Oprah Winfrey e Bill Gates. Lo ha stabilito una ricerca condotta dalla società di analisi Statista, commissionata dal canale in streaming True Royalty TV per il documentario 'Elizabeth at 95: The Invincible Queen' lanciato il 21 aprile in occasione del novantacinquesimo compleanno della regnante. Una celebrazione che quest'anno si è svolta inevitabilmente in tono minore, per via della recente scomparsa del consorte Filippo.

L'indagine ha quantificato la portata dei brand di 37 fra le personalità più rilevanti del pianeta, in base a numerosi dati relativi al periodo da gennaio 2017 a marzo 2021. Tra i vari fattori valutati, il numero di articoli online che citano chiavi di ricerca specifiche (in questo caso ad esempio 'The Queen'). Il marchio Elisabetta è risultato così tre volte più "chiacchierato" e riconoscibile di Oprah Winfrey, sei volte più di Gates e Kim Kardashian, sedici volte più di Beyoncé e ventitré volte più di dei Beckham.

Una analisi simile è stata condotta anche sui brand aziendali. La famiglia reale britannica – che si riferisce a se stessa come 'The Firm', la ditta – è il quinto marchio più grande a livello mondiale, dietro a Facebook, Amazon, Google e Apple e davanti a Coca-Cola, Microsoft, Disney, Nike e Ferrari. Secondo gli esperti consultati per il documentario, se la monarchia fosse a tutti gli effetti una società il suo brand varrebbe la cifra stratosferica di 100 miliardi di dollari.