Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
16 giu 2022

Samuel L. Jackson critica gli Oscar

Nella cerimonia del 2022 è stato inadeguato l'omaggio a Sidney Poitier, dice l'attore, e nel complesso gli Oscar hanno perduto il loro status mitico

16 giu 2022
Red carpet degli Oscar 2022: Samuel L. Jackson e la moglie LaTanya Richardson Jackson
Samuel L. Jackson e la moglie LaTanya Richardson Jackson agli Oscar 2022
Red carpet degli Oscar 2022: Samuel L. Jackson e la moglie LaTanya Richardson Jackson
Samuel L. Jackson e la moglie LaTanya Richardson Jackson agli Oscar 2022

L'attore Samuel L. Jackson, che ha ricevuto l'Oscar onorario nell'edizione del 2022, ha criticato la cerimonia di quest'anno e ha detto che l'Academy ha perso lo status mitico che aveva un tempo. È quanto emerge da un'intervista pubblicata sul Los Angeles Times.

Sidney Poitier (1927-2022) è stato ricordato nell'arco del tradizionale video 'In Memoriam': gli sono stati dedicati una quarantina di secondi. Non pochi, considerato lo spazio riservato ad altri, ma comunque non abbastanza secondo Samuel L. Jackson. "Will Packer è produttore di questo show grazie a lui. Will Smith ha vinto un Oscar grazie a lui. La presenza nell'industria di Denzel Washington, Danny Glover e mia dipende da lui. E meritava più di dieci, maledetti secondi, soprattutto per ciò che rappresenta: non solo per noi, ma per tutta Hollywood".

Jackson esprime un giudizio altrettanto severo sull'Academy e la cerimonia degli Oscar, che a suo dire hanno perso l'aura mitica di cui godevano un tempo. Tutto inizia quando gli viene chiesto se ha apprezzato l'idea di fare presentare la celebrazione dei 60 anni di James Bond agli sportivi Tony Hawk, Shaun White e Kelly Slater (snowboarder e skateboarder). La risposta non lascia adito a dubbi: "Mio dio, no! Hanno i loro show, hanno i loro premi. Lasciamoli là. Questa è la notte in cui Hollywood celebra Hollywood, maledizione". E aggiunge: "C'è stato un momento, in cui eravamo giovani e guardavano la cerimonia e ci chiedevamo cosa mai avremmo potuto dire se saremmo stati premiati: in quel momento c'erano glamour, eccezionalità e mistica. Alcune di queste caratteristiche sono sparite".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?