Lunedì 17 Giugno 2024
CONTENTS
Magazine

Banana Botox, il rimedio antiage di tendenza su TikTok

Il trattamento che usa la buccia del frutto contro le rughe è approvato dalla make-up artist di Dua Lipa e Hailey Bieber

Banana Botox - Crediti iStock Photo

Banana Botox - Crediti iStock Photo

Botox sostenibile e a costo zero: è quello che sta spopolando su TikTok, grazie alla popolarità di hashtag come #bananabotox e #bananapeel. Il trattamento diventato virale promette di spianare le rughe e lisciare la pelle solo con l’utilizzo della buccia di banana. Una delle sostenitrici di questo metodo è Katie Jane Hughes, famosa make-up artist che, tra le sue clienti, ha due star internazionali come Dua Lipa e Hailey Bieber.

Come fare

Per fare il banana botox basta strofinare la parte interna della buccia di banana sul viso per qualche minuto per ottenere un effetto lifting naturale, idratando l’epidermide e nutrendola. Per un risultato ancora più efficace, si possono tenere in posa alcuni pezzi piccoli, precedentemente tagliati ad hoc, come se si trattasse di una maschera viso.

Si può creare anche una poltiglia mischiandoli in una ciotola con zucchero o curcuma. Poi si risciacqua il volto con acqua tiepida, si tampona delicatamente e si procede con la consueta beauty routine. Qualcuno ne ricava anche dei patch per il contorno occhi, contro le cosiddette zampe di gallina.

Secondo alcune content creator di TikTok, il successo di questa pratica dipende dalla buccia rugosa della banana, che permette di fare un leggero peeling, e dalla presenza di vitamine, minerali ed enzimi. C’è chi rimarca che si tratta di un rimedio di bellezza naturale, a costo molto contenuto e ottenuto da uno scarto che diversamente verrebbe buttato via e basta.

Scetticismo

La tendenza del banana botox, comunque, non si basa su alcuna prova scientifica.

Ad oggi, non ci sono studi che confermino che le banane possano avere gli stessi effetti della tossina botulinica. Inoltre alcuni esperti sottolineano che i frutti, così come gli ortaggi, non sono testati per essere usati sulla pelle, a differenza di alcuni estratti come l’olio di mandorla, di cocco o di avocado, che sono trattati ad hoc proprio per essere utilizzati per uso topico.

Poi bisognerebbe fare attenzione alle bucce che magari possono aver trattenuto pesticidi, inquinamento e altre sostanze chimiche nocive. L’allergia alla banana è rara, ma esiste e potrebbe provocare effetti indesiderati e dermatiti. Inoltre qualcuno fa notare che la buccia del frutto, profumato e zuccherino, tende ad attirare zanzare e insetti, soprattutto quando all’esterno la temperatura è alta e c’è afa.