Valeria Piccini editoriale
Valeria Piccini editoriale

Non è facile saper cogliere i doni di natura. Non tutti ne sono capaci e questo numero di Itinerari ne è la prova. Valeria Piccini, due stelle Michelin conquistate nel suo ristorante nel cuore della Maremma, se avesse dato ascolto alla madre oggi sarebbe una maestra e non una chef. Nulla di disdicevole, al contrario, ma impegnandosi e seguendo il proprio istinto è universalmente riconosciuta come tra le migliori interpreti della cucina italiana. Non per nulla Niko Romito, prima di arrivare alle tre stelle, è passato dal ristorante di Valeria che quindi maestra è anche diventata. I doni di natura sono anche quelli che la terra dell’Umbria regala agli esperti cavatori di tartufi e proprio di questo si racconta nella sezione dedicata all’unica regione italiana non baciata dal mare. E la neve? Quando arriverà sarà un dono di natura. L’aspettano copiosa sulle Dolomiti Nord Orientali di cui descriviamo non solo piste da affrontare sci ai piedi, ma anche quelle specialità da assaporare tra ristoranti e chalet. Infine andiamo in Olanda e quei Paesi Bassi che hanno saputo cogliere proprio dalla natura ostile preziosi insegnamenti. Doni di natura che dobbiamo continuare a meritare avendo cura del nostro generoso pianeta.