Spezzatino con prugne e radicchio trevigiano
Spezzatino con prugne e radicchio trevigiano

Cena romantica in casa magari decisa last minute: quindi cosa preparare per San Valentino? Un menu semplice e che impegni poco ai fornelli per avere più tempo per stare insieme in relax e godersi la festa. E’ un menù un po’ controcorrente, coi piatti della tradizione, che molti di noi ricordano preparati da mamme e da nonne e che forse per i più giovani saranno una scoperta. Ricette che possono essere realizzate anche da chi è alle prime armi con la cucina ma vuole fare bella figura con la persona del cuore.
Cibi afrodisiaci? La tradizione ne recita tanti, la scienza è più scettica: se anche l’apporto di vitamine o le capacità vasodilatatorie sono interessanti, non aspettiamoci miracoli. Comunque tartufo, ostriche, zenzero, parmigiano, cioccolato fondente, avogado, frutta secca hanno fama di aiutare l’amore e sono buoni, e se piacciono perché non impiegarli?
Primo step per una buona riuscita della cena di San Valentino: appurare che l’invitato/invitata non abbia allergie, intolleranze, idiosincrasie, non sia vegetariano, vegano o altro. Se non ci sono problemi, passiamo al menù. Che dovrà essere appetitoso ma non affaticare la digestione (ad es. niente fritti), ma neanche lasciare i commensali con un languorino nello stomaco. In queste proposte, cominceremo con un antipasto di prosciutto o culatello (a piacere) accompagnato da una frittatina farcita. A seguire, tortiglioni con ragù di salsiccia (rispetto al tradizionale ragù bolognese ci impiega meno tempo a cuocere). Per secondo, spezzatino con le prugne secche, servito con radicchio trevigiano tardivo. E per finire, un bicchierone con gelato alla vaniglia decorato con frutta fresca (uva, kiwi, mela, pera, a piacere) e un po’ di amarene con il relativo sciroppo.

Antipasto di prosciutto o culatello e frittatina per 2 persone
Per le frittatine:
Ingredienti

1 uovo
2 cucchiai di latte
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
Olio evo q.b.
150 gr. di ricotta
2 fette di prosciutto cotto
Sale q.b.





Esecuzione
Sbattere le uova con il latte, aggiungere il formaggio grattugiato, mescolare bene e dividere io composto in due parti. Realizzare due frittatine da farcire con la ricotta e le fette di prosciutto cotto tagliate a striscioline. Farle gratinare in forno. Tagliarle a rondelle grosse e metterle al centro del piatto con il prosciutto o il culatello

Tortiglioni al ragù di salsiccia per due persone
160 gr. di tortiglioni integrali 
150 gr. di salsiccia
½ cipolla piccola
1 carota media
½ gambo di sedano
¼ bicchiere di vino bianco
All’occorrenza 1 cucchiaio di latte
Olio q.b.
Parmigiano o grana padano a piacere
Sale e pepe q.b.
Olio q.b.










Esecuzione
Soffriggere le verdure in olio, bagnarle con un goccio di vino, farle cuocere per 10-15 minuti. Nel frattempo spellare la salsiccia e tagliarla a pezzettini. Aggiungerla alle verdure e cuocere per almeno 20 minuti mescolando. Se è troppo asciutto, aggiungere un cucchiaio di latte. Far bollire l’acqua e versare la pasta. Quando sarà cotta versarla nella padella delle verdure e amalgamare bene, unendo un fio di olio evo a crudo. Impiattare e servire con a parte il formaggio grattugiato

Spezzatino con le prugne per due persone

Si può usare anche lo spezzatino di manzo, quello di vitello, o la coppa di maiale, più saporita ma un po’ più grassa rispetto al filetto. La procedura non cambia. 

Ingredienti:
400 gr. di filetto di maiale (o altra carne)
2 carote medie tagliate a rondelle
1/2 cipolla piccola tagliata a spicchi
½ bicchiere di vino bianco
Olio q.b.
Rosmarino salvia alloro aglio q.b
Sale q.b.
10 prugne secche denocciolate
Esecuzione
Tagliare la carne a pezzetti, lasciarla in infusione con gli odori e un po’ di vino un paio d’ore
Mettere in ammollo in acqua tiepida le prugne.
Scaldare in una padella grande un paio di cucchiai d’olio, quando è caldo mettere la carne e rigirare un paio di volte, poi aggiungere la marinata con gli odori, la cipolla e le carote, fare andare a fuoco lento per una decina di minuti, poi aggiustare di sale e aggiungere le prugne strizzate. Aggiungere all’occorrenza un po’ di vino. Dopo mezz’ora la carne sarà cotta (verificare con uno stuzzicadenti), servire calda e decorare con il radicchio trevigiano.











Durante il pranzo si berranno bollicine italiane!

gloriaciabattoni@gmail.com