Un tratto panoramico del percorso in bici da Como a Lecco
Un tratto panoramico del percorso in bici da Como a Lecco

Chi vuole andare in bici sul Lago di Como può provare un itinerario molto facile ma decisamente suggestivo che porta da Como a Lecco. Il percorso cicloturistico è semplice da raggiungere – sia in macchina che in treno - e molto piacevole da pedalare. Offre scorci paesaggistici spettacolari ed è adatto, nonostante i continui (ma poco faticosi) saliscendi, anche a cicloamatori poco allenati. Si parte da Como e si arriva a Lecco passando per Bellagio, con la possibilità di tappe intermedie nei numerosi e affascinanti paesini che si affacciano sulle sponde del bacino del Lario.

Il percorso da Como a Lecco in bici

La partenza del percorso cicloturistico è a Como, all’inizio della SS583, che vi accompagnerà per tutto l’itinerario. Orientarsi è molto semplice, basta tenere sempre il lago sulla sinistra e proseguire lungo la strada, stando sempre molto attenti alle macchine. Dopo i primi 16 km (dei quasi 51 totali) si arriva a Nesso, splendida località che sorge su una gola naturale alla confluenza di due torrenti. Si continua quindi verso Bellagio (con sosta obbligatoria per ammirare lo splendido lungolago e provare qualche ristorante locale) e, in un mix continuo di piccoli saliscendi molto dolci, si arriva a Malgrate, famosa per le bellezze artistiche e architettoniche.
La tappa finale del percorso è Lecco, dove è possibile sostare per la notte oppure riposarsi e tornare indietro (anche in treno o in vaporetto).

Consigli utili per andare in bici sul Lago di Como

La sede stradale del percorso di cicloturismo sul lago di Como, tranne che in qualche punto, è stretta e tortuosa, con un traffico di automobili e motocicli sempre molto intenso. Proprio per questo motivo è indispensabile scegliere orari in cui il flusso è presumibilmente ridotto e prestare sempre la massima attenzione.
Lungo l’itinerario si trovano spesso carovane di cicloamatori e quindi la gente del posto è abituata al loro passaggio, tuttavia il consiglio è quello di mantenere sempre una velocità limitata. Per ammirare lo splendido panorama che offre il lago è preferibile sostare nelle tante aree presenti lungo il percorso, senza fermarsi pericolosamente lungo la sede stradale.
Per arrivare a Como o a Lecco (se si affronta l’itinerario al contrario) si possono utilizzare (per chi non vuole arrivare in macchina) i numerosi treni adibiti al trasporto di biciclette che partono da Milano e dalle stazioni limitrofe.