"Expo Dubai segna un nuovo inizio, una nuova pagina sulla quale scrivere la ripartenza e il rilancio del mondo del turismo, dell’industria e dell’artigianato". Così il Presidente del Veneto Luca Zaia ha definito la presenza della Regione nel Padiglione Italia. "Un viaggio – afferma Zaia – che alimenta la speranza e ha il sapore di un vero e proprio Rinascimento, che...

"Expo Dubai segna un nuovo inizio, una nuova pagina sulla quale scrivere la ripartenza e il rilancio del mondo del turismo, dell’industria e dell’artigianato". Così il Presidente del Veneto Luca Zaia ha definito la presenza della Regione nel Padiglione Italia. "Un viaggio – afferma Zaia – che alimenta la speranza e ha il sapore di un vero e proprio Rinascimento, che fornisce l’opportunità di riscoprire le bellezze e le opportunità dei territori mentre, contestualmente, consolida relazioni internazionali dopo la crisi globale che ha investito, indistintamente, tutti i Paesi".

Il governatore veneto cita alcune delle bellezze venete che il regista Gabriele Salvadores mostrerà nei video: Venezia, le Dolomiti, la Laguna, le colline del Prosecco Conegliano e Valdobbiadene, e poi le città, le ville palladiane, l’ Arena di Verona, il Delta del Po. "Un racconto – illustra Zaia –, questo, che riesce a trasmettere il legame forte che unisce non soltanto i luoghi Patrimonio dell’Umanità dall’eccezionale valore universale, ma anche mille e mille bellezze davvero uniche al mondo".

Oltre a mostrare le bellezze della regione, il filmato di Salvadores dedicato al ’Saper fare’ italiano, per il Veneto spazia dai fabbricanti di forcole per le gondole a Venezia, ai vetrai di Murano, e così via. E non poteva mancare un primo piano sulle colline del Prosecco e sul famoso vino che qui si produce. Durante la prima delle settimane tematiche, dedicata al ’Cambiamento tematico e Biodiversità’, Venezia sarà portata come esempio di un laboratorio locale e modello internazionale per il contrasto agli effetti dei cambiamenti climatici e la promozione di processi innovativi di transizione ambientale, innovazione culturale e sociale. E il 3 ottobre inoltre verrà lanciata la candidatura della città lagunare quale Capitale Mondiale della Sostenibilità.

Gloria Ciabattoni