di Matteo Marcello Nautica e alta tecnologia per conquistare i mercati del Middle East. La Liguria sarà tra le regioni protagoniste del prossimo Expo di Dubai: sotto i tre ‘scafi rovesciati’ del Padiglione Italia realizzati da Fincantieri, la cantieristica nautica ligure sarà in vetrina dal 9 al 13 marzo 2022, in concomitanza con il Dubai International Boat Show, il principale e affermato salone nautico del Medio Oriente e non solo. I numeri da record dell’ultimo Salone Nautico di Genova hanno ancora una volta riaffermato la centralità della Liguria nella Blue economy. Non a caso, è qui che...

di Matteo Marcello

Nautica e alta tecnologia per conquistare i mercati del Middle East. La Liguria sarà tra le regioni protagoniste del prossimo Expo di Dubai: sotto i tre ‘scafi rovesciati’ del Padiglione Italia realizzati da Fincantieri, la cantieristica nautica ligure sarà in vetrina dal 9 al 13 marzo 2022, in concomitanza con il Dubai International Boat Show, il principale e affermato salone nautico del Medio Oriente e non solo. I numeri da record dell’ultimo Salone Nautico di Genova hanno ancora una volta riaffermato la centralità della Liguria nella Blue economy. Non a caso, è qui che si concentra il maggiore polo nazionale del comparto specializzato nella costruzione dei grandi yacht, con la presenza dei più importanti leader mondiali del settore e oltre 15mila aziende operanti. L’obiettivo di Regione Liguria è di valorizzare proprio questo stretto legame.

"Punteremo sulla nautica e sul legame indissolubile, storico, sociale ed economico, che questo settore ha con la nostra terra – spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti –. Lo ha dimostrato anche lo straordinario successo della 61esima edizione del Salone Nautico Internazionale, che si è concluso con presenze e affari da record. Tutto questo si lega al tema della bellezza, che è il filo conduttore del Padiglione Italia all’Esposizione universale: l’eccellenza, nata dal lavoro, dalla fatica e dall’ingegno, è bellezza ed è l’elemento che, unito al coraggio, può farci tornare a crescere come mai avvenuto in passato dopo il periodo cupo della pandemia. Per questo l’Expo di Dubai rappresenta un’opportunità straordinaria. L’obiettivo – insiste Toti – è valorizzare il legame indissolubile, storico, sociale ed economico della nautica con la Liguria, dove si concentra il polo nazionale nella costruzione dei grandi yacht con i più importanti cantieri italiani e dove, grazie alla nautica, si stanno sviluppando progetti di grande trasformazione urbanistica come il Miglio Blu della Spezia".

Un ideale filo rosso, quello tra il Salone nautico genovese e l’Expo di Dubai, con la Regione che per valorizzare la Liguria nella sua completezza in queste settimane ha siglato protocolli di intesa con le Autorità portuali, le Camere di commercio, le associazioni di categoria, l’Università di Genova e anche l’Istituto italiano di tecnologia, affinché le eccellenze possano rendere maggiormente attrattivo il territorio.

"Porteremo in quel contesto l’eccellenza della nautica – aggiunge l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Andrea Benveduti – con tutti i servizi e le risorse ad essa collegati, per rendere attrattivo il nostro territorio con le 15mila aziende che lavorano nella Blue economy rispetto a mercati che rappresentano una straordinaria opportunità di crescita e di sviluppo per la Liguria. Oltre alla nautica, i settori che vogliamo promuovere sono anche, per citarne alcuni, quelli del turismo, dell’enogastronomia, del design, delle riparazioni navali, dell’innovazione, della formazione e delle tecnologie".