Giovedì 11 Luglio 2024

Chi potrebbe sostituire Joe Biden nella corsa alla Casa Bianca

Dalla vice Harris a diversi governatori, sarebbe comunque impresa ardua a questo punto della campagna elettorale. Michele Obama resta il sogno, ma impossibile

Roma, 29 giugno 2024 - Joe Biden non convince l'elettorato Dem, scioccato dal duello tv contro Trump dove il presidente in carica ha faticato a spiegare i punti del suo secondo mandato, e non è riuscito a rispondere alle provocazioni di Trump, mostrandosi in difficoltà anche a finire le frasi. Così di moltiplicano gli appelli affinché si ritiri dalla Corsa alla Casa Bianca, non ultimo quello dell'editoriale del New York Times dal titolo: "Per servire il suo Paese, il presidente Biden dovrebbe lasciare la corsa".

Biden, il politologo Spannaus: "Il presidente ha fallito. Ora deve decidere lui"

Ma chi può prendere in corsa il posto di Biden?

Michelle Obama
Michelle Obama

Kamala Harris

In testa ci sarebbe la sua vicepresidente, Kamala Harris, molto vicina al presidente e con la sua politica, ma molto meno popolare. Un nuovo sondaggio Politico-Morning Consult mostra che la Harris non potrebbe fare meglio del suo capo, inoltre dovrebbe convincere i delegarti Dem a votarla perché i voti raccolti da Biden non le arriverebbero in automatico. Si aprirebbe quindi una gara per diventare suo vice, aumentando le tensioni nel partito. La Harris piace però al 74% degli elettori, inoltre potrebbe contare sui voti delle comunità di neri e latini.

Gavin Newsom

Al secondo posto troviamo Gavin Newsom, governatore della California. Il suo nome circola con insistenza tra le file del partito, ma lui stesso è un fedelissimo di Biden, tanto da affermare: "Non gli volterò mai le spalle. Lui è il nostro candidato alla Casa Bianca", in un'intervista a Repubblica. Secondo Newsom l'età del presidente non è un problema, "contano i risultati, le idee e i principi. Biden si sveglia ogni giorno pensando a cosa può fare per tutti gli americani, Trump si sveglia pensando solo a se stesso".

Gretchen Whitmer

Al terzo posto spunta il nome di Gretchen Whitmer, governatrice del Michigan e vice presidente della campagna elettorale di Biden. Grande alleata di Biden, si è distinta per l'antipatia per Trump e per lo scontro con l'estrema destra dello Stato durante la pandemia. Inoltre lo stesso Biden sembra non aver fartto breccia nel cuore degli elettori del Michigan e lei potrebbe convincere gli indecisi. Il suo vice potrebbe essere Josh Shapiro, governatore della Pennsylvania.

JB Pritzker

Da non dimenticare il governatore dell'Illinois, JB Pritzker, l'ereditiere della famiglia che ha fondato la Hyatt Hotel Corporation e uno dei più duri con Trump: "Ricordatevi che l'ex presidente non è solo amico di Vladimir Putin. Vuole essere Putin", ha attaccato di recente. Poi il ministro dei trasporti Pete Buttigieg, già candidato nel 2020. O ancora il governatore della Pennsylvania, Josh Shapiro, se non corresse con la Whitmer. Shapiro ha conquistato la Pennsylvania, stato chiave per la corsa alla Casa Bianca, nel 2022 battendo il candidato appoggiato da Trump. Non molto amato da ambientalisti e dall’ala liberal del partito, può contare di ampia popolarità e di una giovane età: 51 anni.

Il sogno Michelle Obama

In realtà il sogno nascosto di molti Dem sarebbe l'ex first lady Michelle Obama, ancora popolarissima, ma che ha sempre negato categoricamente l'intenzione di dedicarsi alla politica. Inoltre già nel 2020 si era mostrata riluttante a fare campagna per Biden, ma lo fece per le pressioni ricevute dai democratici. Quest'anno ancor meno, visto che i suoi rapporti con la famiglia Biden si sono incrinati dopo l’allontanamento della sua amica Kathleen Buhle, ex moglie di Hunter Biden.