Mercoledì 22 Maggio 2024
ALEX LUNG
Esteri

Carlo III, un anno dall'incoronazione: cosa è successo nell'annus horribilis del re

Tra problemi di salute, crisi famigliari, scandali e un governo particolarmente instabile, il primo anno del sovrano è stata una vera e propria sfida

Londra, 6 maggio 2024 – Se Elisabetta II per il suo 'annus horribilis' – caratterizzato dal divorzio di due dei suoi figli, dalla scarsa popolarità della Corona e dall'incendio al suo amato castello di Windsor – ha dovuto attendere quarant'anni sul trono, suo figlio Carlo III è stato di gran lunga meno fortunato. Il sovrano britannico – che oggi festeggia un anno dalla sua formale incoronazione all'abbazia di Westminster – ha passato gli ultimi dodici mesi tra problemi famigliari, politici e di salute.

Le accuse di 'Endgame'

Non ancora ripresosi dalle pesanti accuse della biografia 'Spare' di suo figlio Harry, nel novembre 2023 Carlo ha dovuto fare i conti con un altro libro, 'Endgame' del royal expert Omid Scobie, ritenuto molto vicino a Meghan Markle. Tra le pagine, il re è descritto come privo di un contatto con la realtà ed estremamente viziato, al punto di farsi stirare i lacci delle scarpe ogni mattina. Non solo. Stando a quanto raccontato dal Daily Mail, l'autore sostiene che il dialogo di Carlo con il suo secondogenito in seguito all'uscita di 'Spare' sia stato "freddo e breve", e che sia rimasto "distante" nonostante i tentativi del duca di Sussex.

Re Carlo III con la regina Camilla in visita a un centro oncologico a Londra (Ansa)
Re Carlo III con la regina Camilla in visita a un centro oncologico a Londra (Ansa)

I problemi di salute

La data funesta per eccellenza è stata il 17 gennaio 2024, quando Buckingham Palace ha annunciato che sia Carlo III che la nuora Kate Middleton si sarebbero sottoposti a interventi chirurgici la settimana successiva: il primo per un ingrossamento della prostata, la seconda per una non meglio precisata condizione all'addome. Di lì a poco la situazione è precipitata: il 5 febbraio la corte ha annunciato che al sovrano è stato diagnosticato un tumore, mentre la convalescenza di Kate diventa col tempo sempre più misteriosa. Dopo settimane di silenzio e un'ormai celebre foto ritoccata malamente che ha acceso i peggiori gossip, la verità: anche la principessa di Galles è affetta da un cancro. Recentemente, Carlo III ha ripreso a partecipare agli impegni pubblici con molti invitati, segnale di un miglioramento delle sue condizioni di salute, ma i tabloid britannici parlano anche di un tremendo dolore alle ossa che starebbe affliggendo il sovrano 75enne.

Il suicidio di Thomas Kingston

Proprio nelle settimane in cui Carlo si stava sottoponendo alle prime cure per il cancro e mentre i media facevano pressione per conoscere le condizioni di Kate, una terribile notizia ha scosso la famiglia reale. Thomas Kingston, marito di Lady Gabriella Windsor, cugina del sovrano, si è tolto la vita il 24 febbraio, presumibilmente sparandosi con una pistola. Il 45enne era molto amato dai parenti della moglie.

Il film sul principe Andrea

Ad aprile, è invece tornato a galla lo scandalo sessuale del fratello del re, il principe Andrea, accusato di aver pagato Jeffrey Epstein per avere rapporti sessuali con Virginia Giuffre, all'epoca minorenne, parte del suo traffico internazionale. Nonostante i legali del duca di York e della donna abbiano trovato un accordo per non procedere con un processo (una lauta donazione alla fondazione di Giuffre per le vittime di abusi), l'uscita del film 'Scoop' ha riacceso il dibattito sulle accuse. L'opera di Netflix ripercorre l'organizzazione dell'intervista della Bbc al principe, nella quale è sembrato teso, insicuro e incoerente alla maggior parte degli spettatori.

A tutto ciò si aggiunge un periodo difficile per il Regno Unito, nel quale il primo ministro Rishi Sunak risulta particolarmente impopolare e con il tangibile 'rischio' che venga estromesso da Downing Street con le prossime elezioni, in programma quest'autunno. E in questo clima di incertezza, unito alle vicende dell'annus horribilis di Carlo III, il desiderio della famiglia reale di restare un fattore stabilizzante sulla scena britannica non può che essere una sfida.