Domenica 23 Giugno 2024

Jordan Bardella candidato premier alle elezioni in Francia: chi è il presidente del Rassemblement National

Subentrato a Marine Le Pen alla guida del partito di estrema destra, il 28enne ha sbancato alle Europee battendo il presidente Emmanuel Macron

Parigi, 10 giugno 2024 – Il Rassemblement National di Marin Le Pen ha sbancato alle elezioni europee in Francia, ottenendo oltre il 31% delle preferenze. Un risultato storico per il gruppo di estrema destra, che ha addirittura doppiato il partito del presidente Emmanuel Macron. Lo stesso inquilino dell’Eliseo, ammettendo la sconfitta, ha così deciso di sciogliere il Parlamento e convocare nuove elezioni legislative che si terranno il 30 giugno e il 7 luglio.

Approfondisci:

Elezioni europee in Francia: Macron crolla e scioglie il parlamento. Al voto il 30 giugno e il 7 luglio. Le Pen: “Pronti a governare”

Elezioni europee in Francia: Macron crolla e scioglie il parlamento. Al voto il 30 giugno e il 7 luglio. Le Pen: “Pronti a governare”
Jordan Bardella, presidente del Rassemblement National
Jordan Bardella, presidente del Rassemblement National

Jordan Bardella candidato premier in Francia

Al voto il candidato premier di Rn sarà Jordan Bardella, il giovane capolista che ha guidato il partito al trionfo alle Europee 2024. “Bardella sarà il nostro candidato primo ministro, ma non sarà lui stesso candidato alle elezioni legislative anticipate – ha detto il vicepresidente del partito, Sébastien Chenu –. Jordan è stato eletto deputato europeo, quindi possiede già l'unzione popolare ed è il nostro candidato per andare a Matignon (la residenza del premier francese, ndr)”. Per queste elezioni, Rassemblement National non si alleerà con altri partiti ma proporrà una piattaforma elettorale che “pronta a rivolgersi a tutti al di fuori dei gruppi politici”, ha spiegato Chenu.

"I nostri compatrioti hanno espresso il desiderio di cambiamento ma anche un percorso per il futuro", ha detto Bardella dopo il successo alle Europee, aggiungendo che il risultato mostra la "determinazione della Francia affinché l'Unione europea cambi direzione. È un vento di speranza ed è solo l'inizio. Macron è presidente indebolito".

Chi è il presidente di Rn

Jordan Bardella è presidente di Rn dal novembre 2022. Nato il 13 settembre 1995 a Drancy, è unico figlio di una modesta famiglia di origine italiana: la parte materna della sua famiglia emigrò in Francia da Torino negli anni Sessanta. Anche sua nonna paterna, originaria di La Ferté-sous-Jouarre, è in parte immigrata, con padre algerino arrivato in Francia negli anni Trenta.

Dopo aver conseguito un diploma in Economia e Scienze sociali con lode alla scuola secondaria privata Jean-Baptiste-de-La-Salle di Saint-Denis, Bardella ha studiato Geografia all'Università Paris-Sorbonne, ma ha abbandonato gli studi per dedicarsi all’attività politica.

Dal 2012 è rappresentante del Front National. Portavoce del partito dal 2017, membro del suo ufficio nazionale dal 2018, è stato segretario nazionale dell’ala giovanile Generation Nation (ex Fronte Nazionale della Gioventù) fino al 2021. Dal 2015, a soli 20 anni, è consigliere regionale della regione Île-de-France. Nel 2019, quando Fn diviene Rassemblement National, è stato eletto vicepresidente del partito. Alle elezioni europee dello stesso anno, all'età di 23 anni guida la lista Rn, che arriva prima allo scrutinio, conquistando un seggio al Parlamento europeo. Dal 13 settembre 2021 con l'annuncio di Marine Le Pen della candidatura per le presidenziali 2022, Bardella è diventato presidente ad interim del Rassemblement National. Il 5 novembre 2022 ha ottenuto l'85% dei voti dei 26.000 aderenti, battendo Louis Aliot, e assumendo la carica di presidente a pieno titolo.

Scandali e polemiche

Bardella ha preso il posto di Marine Le Pen alla guida di Rn, dando corpo all'intento della leader di liberare il partito dall'impronta razzista e antisemita lasciata da suo padre Jean Marie. Mirando a un ruolo di primo piano in Europa dopo le elezioni, il 28enne ha preso di recente le distanze dall'Adf tedesca, dopo le dichiarazioni del suo leader sul nazismo.

L’ascesa politica del presidente del Rassemblement National non è stata del tutto esente da scandali. Un servizio televisivo francese ha affermato a gennaio che avrebbe utilizzato un account Twitter anonimo per condividere messaggi razzisti quando era un funzionario locale. Un post del 2017 dell'account ‘RepNat du Gaito’ mostrava un'immagine oscena che prendeva in giro un giovane uomo di colore che ha subito gravi lesioni dalla polizia. Secondo gli esperti Bardella sta comunque dando a Rn un'aria più moderna e giovanile. "Capitano, oh capitano, abbiamo bisogno che tu ci guidi", è la colonna sonora del suo post elettorale su TikTok, dove vanta 1,2 milioni di follower.