Uno dei punti su cui è più acceso lo scontro è quello della ’manleva legale’, vale a dire il fatto che Atlantia – come vorrebbe il governo – mantenga la responsabilità civile, amministrativa e penale che Aspi ha per il crollo del ponte di Genova, dove il 14 agosto 2018 persero la vita 43 persone. Il governo lo ritiene uno dei punti fondamentali dell’accordo e chiede alle società di rispettarlo. Anche perché queste responsabilità non possono passare insieme alle quote azionarie a Cassa depositi e prestiti. Ma Atlantia su questo non sembra voler cedere.