Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
6 mag 2022

Crisi Covid: imprese salvate da garanzie statali e moratorie sui debiti

Secondo l'Osservatorio sui conti pubblici, le due misure hanno attivato 452 miliardi di euro di prestiti alle aziende

6 mag 2022
michele zaccardi
Economia
Imprese
Imprese
Imprese
Imprese

La recessione innescata dal Covid, con una contrazione del Pil dell’8,9% nel 2020, avrebbe potuto essere ancora più drammatica se il governo non avesse adottato numerose misure di sostegno all’economia. Tra gli strumenti più efficaci che hanno impedito all’Italia di sprofondare ce ne sono due: il Fondo di Garanzia per le Pmi e Garanzia Italia di Sace, entrambi prorogati, seppure con alcune modifiche, fino al 30 giugno di quest’anno dalla Legge di Bilancio. L’obiettivo di Palazzo Chigi era quello di evitare una stretta creditizia da parte delle banche. Senza i prestiti degli istituti, infatti, le aziende non avrebbero avuto la liquidità necessaria a far fronte ai loro impegni. Il rischio era che la crisi si allargasse a macchia d’olio, coinvolgendo altre imprese, magari sane. Insomma, il pericolo era quello di una serie di fallimenti a catena che avrebbe provocato un danno irreparabile al tessuto produttivo. Attraverso i due fondi, il governo è riuscito a contenere le perdite e a concedere ossigeno alle aziende più in affanno. Grazie alle due misure, dal 17 marzo 2020 al 31 dicembre del 2021 sono state attivate 4,4 milioni di operazioni per un importo totale di 452 miliardi di euro. A raccogliere i dati è stato l’Osservatorio sui conti pubblici dell’università Cattolica. Secondo i ricercatori, le istanze di fallimento delle aziende si sono ridotte, passando da 5.380 unità nei primi sei mesi del 2019 a 4.700 nello stesso periodo del 2021. Inoltre, “alla fine del secondo trimestre 2021, circa il 62 per cento delle imprese italiane avevano utilizzato le moratorie o le garanzie pubbliche sui prestiti concessi”. Insomma, i risultati sono stati ottimi e hanno contribuito, almeno in parte, al rimbalzo del 2021. Le due misure - una rivolta alle piccole e medie imprese, l’altra a quelle di grandi dimensioni - sono state varate all’inizio ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?