Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
30 apr 2022

Cashback autostrade: come funziona. La tabella dei rimborsi

Ci si può registrare con targa o Telepass: i ritardi superiori ai dieci minuti daranno diritto alla restituzione di una parte o di tutto il pedaggio. Ecco tutto quello che c'è da sapere

30 apr 2022
featured image
Ritardi e percentuale di rimborso a seconda della lunghezza del viaggio
featured image
Ritardi e percentuale di rimborso a seconda della lunghezza del viaggio

Roma, 30 aprile 2022. Il rimborso immediato per i ritardi causati in autostrada dai cantieri è realtà. Basterà scaricare l'apposita app; registrare la propria targa (o Telepass) e al resto ci penserà il vostro smartphone. Non tutti i rallentamenti garantiranno l’ottenimento del cashback: ci sono precisi parametri da rispettare. Vediamo quali sono e come funziona la app.

Come si attiva il cashback

Per avere diritto al rimborso bisogna scaricare la app Free To X che funziona sia per Apple che per Android. A questo punto si può comunicare il proprio numero di targa o, per chi lo possiede, quello dell’apparecchio di telepedaggio.

Qui sotto trovate il tutorial per registrare la vostra targa sulla app:

 

Qui sotto trovate il tutorial per registrare il vostro apparecchio di telepedaggio sulla app

Una volta attivata, sarà la app ad analizzare i nostri viaggi e ad avvertirci se avremo diritto a un rimborso.

Come funzionano i rimborsi e quanto durano

Per ogni ritardo superiore ai dieci minuti (fino alla fine dell’anno) l’automobilista avrà diritto a un rimborso che sarà erogato automaticamente. Tutti i metodi di pagamento (carta, contanti o telepedaggio) danno diritto al cashback. Ci sono diverse fasce orarie e chilometriche. In alcuni casi è previsto il rimborso totale dell’importo. Il cashback minimo è del 5%, che si otterrà se affronteremo un viaggio di oltre 500 chilometri e accumuleremo un ritardo compreso tra i 15 e i 29 minuti. Qui sotto trovate la tabella completa.

Cosa succede se la app non registra il ritardo

Per eventuali contestazioni è sempre necessario ritirare la ricevuta al casello di uscita. Nel caso in cui, dopo almeno 48 ore, non fosse possibile visualizzare il viaggio nella sezione “Storico Viaggi” della app Free To X, sarà possibile sottomettere la richiesta di rimborso fotografando la ricevuta e inviandola tramite app.

L'intelligenza artificiale

Il sistema riesce a tracciare i movimenti delle auto e l'impatto dei cantieri stradali sulle code grazie a un innovativo sistema di intelligenza artificiale e un complesso algoritmo di calcolo necessario per definire i rimborsi spettanti. Le informazioni arrivano anche dalle oltre 2mila telecamere che Autostrade per l'Italia ha installato in tutti i caselli di ingresso e di uscita della propria rete.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?