Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
4 mag 2022

Borsa di Milano oggi la peggiore d'Europa. Giornata di perdite

L'indice Ftse Mib segna un -1,40% a quota 23.902 punti, mentre l'Ftse Italia All Share cede l'1,35%

4 mag 2022
Traders from ETX Capital work in central london on June 27, 2015.
Shares in banks, airlines and property companies plunged on the London stock exchange Monday as investors singled out the three sectors as being the most vulnerable to Britain's decision to leave the EU. / AFP PHOTO / Daniel Leal-Olivas
Borse (AFP)
Traders from ETX Capital work in central london on June 27, 2015.
Shares in banks, airlines and property companies plunged on the London stock exchange Monday as investors singled out the three sectors as being the most vulnerable to Britain's decision to leave the EU. / AFP PHOTO / Daniel Leal-Olivas
Borse (AFP)

Le Borse europee aumentano le perdite nel finale e chiudono in rosso sulla scia dell'apertura in rosso a Wall Street con Milano (-1,4%) maglia nera. Il giorno in cui la Fed toglierà il velo sulla politica monetaria, Parigi cede l'1,24% a 6.395 punti, Londra arretra dello 0,90% a 7.493 punti, Francoforte perde lo 0,49% a 13.971 punti. Chiusura in calo a Piazza Affari, al termine di una seduta che si era aperta poco mossa. L'indice Ftse Mib segna un -1,40% a quota 23.902 punti, mentre l'Ftse Italia All Share cede l'1,35% a 26.125 punti. In ribasso anche l'Ftse Star, che lascia sul terreno l'1,11% a quota 50.550 punti. Milano, come gli altri mercati, sconta i timori per il rincaro del costo del denaro, in attesa della decisione di questa sera della Fed sul rialzo dei tassi. Pesa anche la situazione in Ucraina. Il costo delle materie prime vede il rimbalzo del petrolio, con il Brent a 108,45 dollari al barile, dopo l'embargo sul greggio russo.

Intanto lo spread fra Btp e Bund tedeschi chiude con un nuovo rialzo a quota 197 punti con il rendimento del decennale al 2,98%. Tra i titoli del listino milanese fra i maggiori rialzi A2A che guadagna 2,5 punti, ma con il segno più anche Saipem, Eni e Hera. Per quanto riguarda i segni meno, fra i maggiori ribassi Ferrari che cede 5,5 punti, ma in calo anche Campari, Banco Bpm e Iveco Group.  

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?