La tenuta di Dievole, sdraiata sulle dolci colline toscane
La tenuta di Dievole, sdraiata sulle dolci colline toscane

Un'oasi naturale nel cuore del Chiantishire. Dievole è un wine resort immerso nel verde, a Castelnuovo Berardenga poco lontano da Siena, dove rilassarsi, fare escursioni, trekking a cavallo e degustare i vini e l'olio prodotti nella tenuta, con metodi assolutamente naturali. Le sue origini affondano nell'anno 1000 quando - si legge nel contratto del notaro Bellundo - vennero pagati due capponi, tre pani e sei ‘denari lucchesi’ di buon argento per l’affitto annuale di una vigna nella valle divina (La radice del nome pare sia appunto 'Dio vuole'). Dievole, appunto. Preceduto da un viale di cipressi secolari che accompagna gli ospiti al suo ingresso, la tenuta si estende su circa 400 ettari tra vigne e cipressi nelle dolci colline toscane, sovrastata da borghi medioevali. Fiore all’occhiello delle proposte per questa estate post Covid, a caccia di itinerari meno scontati, una serie di percorsi divisa in livelli di difficoltà: dal più semplice di due chilometri dedicato ai meno allenati, a quello di 27, pensato per i più esperti. E' possibile scegliere tra il tour gourmet picnic, le passeggiate a cavallo, il tour in calesse e il foraging tour, per un'immersione totale nella natura, raccogliendo le erbe spontanee, che abbondano nell'habitat incontaminato. Il foraging tour termina con una cooking class in cui Monika Filipinska, chef di Dievole, svela come preparare piatti d'autore utilizzando le erbe e pranzo a tema.

La cantina di Dievole

L'enoteca di Dievole, recentemente ristrutturata e ampliata, offre degustazioni dei vini e dell'olio prodotti nella tenuta: chianti classico Docg, Novecento Chianti Classico Riserva DOCG, Campinovi Bianco Toscana IGT, Tocca Stelle Chianti Classico DOCG, Vigna di Sessina Chianti Classico Vin Santo e grappa. Il desiderio di Alejandro Bulgheroni, l'imprenditore argentino proprietario dal 2012 della tenuta, era quello di rispettare la tradizione del territoriocon grande attenzione all'impatto ambientale. Un'avventura che Bulgheroni ha intrapreso qualche mese dopo con Poggio Landi e podere Brizio, l'anno successivo a Montalcino e, nel 2015 con Tenuta Le Colonne e Meraviglia a Bolgheri. A supportarlo nell'impresa, Invest in Tuscany, struttura nata in seno alla presidenza della Regione, che si occupa da più di 10 anni di agevolare aziende e multinazionali che vogliono installarsi in Toscana, per favorire nuove opportunità di business e occupazione.