Lunedì 15 Aprile 2024

Zanzare, cosa c'entrano il peso, l'odore e la birra? Come evitare le punture

I meccanismi che influenzano la scelta delle prede. Il fattore dieta

Roma, 12 giugno 2022 - Zanzare, cosa c'entrano peso, odori e dieta? Tre cose da sapere per evitare il più possibile le punture dei vampiri che assediano le nostri estati. Mentre il primo caso di Dengue in Italia rafforza l'attenzione delle autorità sanitarie sulla materia.

Approfondisci:

La Malattia X potrebbe arrivare dalle zanzare? L’esperta: “Ecco quali sono le nostre certezze e come sarà l’estate”

La Malattia X potrebbe arrivare dalle zanzare? L’esperta: “Ecco quali sono le nostre certezze e come sarà l’estate”

Leggi anche: Caldo record, globalizzazione e allarme insetti: zecche e zanzare, cosa sta succedendo

1. Persone alte e obese attraggono le zanzare?

Chiarisce Alessandra della Torre, parassitologa della Sapienza e tra i responsabili per l'Italia del progetto 'Mosquito alert', l’app per difendersi dalle zanzare: "Le zanzare sono soprattutto guidate dagli odori. Il nostro sudore è senz’altro un elemento di attrazione. Quindi non sono tanto altezza o obesità i fattori di rischio ma il sudore, che in effetti potrebbe aumentare con il peso".

2. Quello che mangiamo o beviamo può aumentare il rischio di puntura?

"La nostra dieta - risponde la professoressa Della Torre - può essere un fattore determinante per farci scegliere o no dalle zanzare, attratte come si è detto dagli odori. Ma non è così chiaro quali siano le componenti di questi odori che facciano da richiamo. Certo, invece, che gli odori cambiano in funzione della dieta. Ad esempio, è stato dimostrato che bere birra produce una maggiore attrattività. Perché quando la birra viene metabolizzata, rilascia sostanze nel sudore che risultano più attrattive per le zanzare. In altre parole, un bevitore di birra potrebbe essere più a rischio. Anche se poi contano altri fattori individuali".

3. Le zanzare riescono a distinguere un animale da una persona?

"Sì, le zanzare riescono a capire la distinzione tra persona e animale proprio in base all’odore. Alcune specie pungono quasi esclusivamente le persone ma la maggior parte sceglie gli animali. La zanzara tigre, ad esempio, in città punge l'uomo, che è l’animale più abbondante in città. Ma in campagna, invece, si concentra in prevalenza sulle bestie. La Aedes Aegypti, responsabile della Dengue e non ancora arrivata in Italia, sceglie invece proprio noi. Quindi la scelta di quale mammifero pungere viene fatta in base agli odori, l’anidride carbonica indirizza molto le zanzare".