È iniziato il conto alla rovescia per la vaccinazione dei 12enni anche in Italia, molto attesa sia nelle famiglie che nel mondo della scuola. A premere sul tasto dell’ottimismo è lo stesso ministro della Salute, Roberto Speranza (foto), intervenendo a Montecitorio. "Il nostro auspicio e le...

È iniziato il conto alla rovescia per la vaccinazione dei 12enni anche in Italia, molto attesa sia nelle famiglie che nel mondo della scuola. A premere sul tasto dell’ottimismo è lo stesso ministro della Salute, Roberto Speranza (foto), intervenendo a Montecitorio. "Il nostro auspicio e le informazioni di cui siamo in possesso ci portano a ritenere che il 28 maggio l’Ema darà l’ok al vaccino Pfizer anche per la fascia 12-15 anni – ha detto l’esponente di Articolo 1 –. È un fatto molto importante quello di allargare ad altre fasce d’età le vaccinazioni contro il Covid-19".

Speranza ha risposto al Question Time alla Camera sulle iniziative per la protezione dei minori dalla pandemia. La vaccinazione nelle fasce più giovani, ha proseguito il ministro, "è altamente strategica e noi la riteniamo essenziale soprattutto in vista della ripresa dell’anno scolastico. Il Governo è a lavoro con il generale Figliuolo per costruire quindi un adeguamento del piano alla disposizione dell’Ema su vaccino Pfizer per 12-15enni".

Ad oggi "quasi un terzo degli italiani ha avuto una prima dose somministrata di vaccino, un dato incoraggiante e positivo. In totale siamo arrivati a 28,5 mln di dosi somministrate. Abbiamo protetto in primis le fasce più deboli, i fragili, gli anziani, oggi si pone il tema delle altre generazioni. A giugno nel Paese avremo 20 milioni di dosi a disposizione e questo ci può consentire senz’altro di estendere le vaccinazioni ad altre generazioni", ha chiosato il titolare della Salute.