Stretta sulle seconde case in Alto Adige e in Toscana. A Bolzano il presidente della Provincia, Arno Kompatscher, ha firmato l’ordinanza numero 15 che contiene misure per la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Tra le novità spicca il divieto per i non reasidenti di raggiungere le seconde case. Un giro di vite analogo è atteso per oggi...

Stretta sulle seconde case in Alto Adige e in Toscana. A Bolzano il presidente della Provincia, Arno Kompatscher, ha firmato l’ordinanza numero 15 che contiene misure per la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Tra le novità spicca il divieto per i non reasidenti di raggiungere le seconde case. Un giro di vite analogo è atteso per oggi anche in Toscana. In precedenza era stato il governatore della Sardegna, Christian Solinas, a muoversi nella stessa direzione, prescrivendo che i non residenti sull’isola possano sbarcare solo per lavoro, salute o necessità, la vacanza non è contemplata.

Di misura in misura, il Tribunale amministrativo regionale della Sardegna non ha avuto dubbi e, dopo averne respinto a suo tempo la richiesta di sospensiva, ha giudicato legittima la precedente ordinanza del governatore che impone, dallo scorso 8 marzo, controlli anti-Covid sui passeggeri negli scali dell’isola.

Lungimirante, prudente: per i volti noti, che hanno scelto la Sardegna come buen retiro, Solinas è l’uomo giusto per evitare una recrudescenza dei contagi sull’isola. "Io sono completamente d’accordo con il governatore: vietiamo o contingentiamo gli ingressi nell’isola. Una decisione presa già la scorsa estate. Ma Solinas allora fu accusato, ai tempi, di incostituzionalità". Chi si tiene stretto il presidente è la cantante di origine americana Amii Stewart che vive in Sardegna col marito, in località Cala di Volpe. Sulla stessa lunghezza d’onda Antonio Marras che di chiudere l’isola non se ne fa certo un cruccio.

"Tutti sanno che la nostra regione vive di turismo, è la fonte primaria dal punto di vista economico – spiega il grande stilista, fiore all’occhiello del made in Italy nel mondo –, ma non possiamo permetterci di replicare quanto accaduto in estate".